Shahid Khan Wembley
(Photo by James Gilbert/Getty Images)

La Federcalcio inglese nuovamente valutare nuovamente di vendere lo stadio di Wembley, dopo la notizia secondo la quale Shahid Khan, il proprietario del Fulham, sarebbe pronto a rientrare in gioco per acquistare il celebre impianto da gioco.

Già nel 2018 – scrive il Times – Khan si era fatto avanti con un’offerta da 600 milioni di sterline, una proposta ritirata dopo le obiezioni dei membri del Consiglio della FA. Khan disse di non voler creare divisioni all’interno della Federcalcio, ma di essere disposto a rinegoziare un accordo in caso di un consenso più esteso.

Dunque, Khan sarebbe «aperto a riconsiderare una potenziale acquisizione di Wembley se le circostanze cambiassero e l’accordo venisse considerato appropriato da tutte le parti. Una condizione resta importante: l’unione della FA a sostegno della privatizzazione di Wembley», ha raccontato al Times un portavoce del magnate.

L’offerta dell’epoca era sostenuta dall’amministratore delegato della FA Martin Glenn e dall’allora ministro dello sport, Tracey Crouch. I 600 milioni di sterline previsti sarebbero stati utili per sostenere il calcio dilettantistico e di base.

Ora che la FA rischia di affrontare perdite fino a 300 milioni, un’iniezione di liquidità come quella che andrebbe a portare Khan, potrebbe essere ancora interessante. Resterebbero da fronteggiare i “no” da parte dei membri del Consiglio della FA, spinti dalla Premier League e dall’EFL.

A tal proposito, la FA ha dichiarato che «[vendere Wembley] non è all’ordine del giorno in questo momento. Tuttavia, se in futuro qualcuno si presenterà con un’offerta che merita di essere presa in considerazione, la porteremo ai canali appropriati come abbiamo fatto l’ultima volta».