Lo stadio Renzo Barbera di Palermo (foto: Calcio e Finanza)
Lo stadio Renzo Barbera di Palermo (foto: Calcio e Finanza)

Le lezioni si terranno allo stadio Barbera, i laboratori mensili all’interno del dipartimento di Scienze economiche statistiche e aziendali dell’Università di Palermo, mentre l’assessorato allo sport e all’innovazione del comune di Palermo curerà la collaborazione fra pubblico e privato per analizzare l’impatto sociale dello sport nella quotidianità.

È una unione d’intenti, come sottolinea Repubblica nell’edizione di Palermo, quella che sta alle spalle del master “New media, finanza e innovazione per lo sport” promosso dall’incubatore di idee lanciato dalla società rosanero di Dario Mirri “Palermo Innovation Lab”, in collaborazione con il Dipartimento di scienze economiche statistiche e aziendali dell’Università di Palermo e che si pone l’obiettivo di creare nuovi manager sportivi, ma non solo.

Dal master, per rimanere solamente in ambito calcistico, potrebbero formarsi anche direttori generali, direttori sportivi, amministratori delegati, addetti al marketing, responsabili della comunicazione e social media specialist.

Le esercitazioni sul campo

Punto di forza dell’idea saranno le esercitazioni sul campo con esperti del settore oltre alla didattica più tradizionale. I docenti, infatti, saranno affiancati da professionisti del mondo dello sport fra dirigenti di club di serie A, agenti FIFA, giornalisti e addetti ai lavori.

Quattro mesi per proporre, promuovere o progettare idee attraverso il coordinamento e l’aiuto dei tutor per ogni settore di competenza: manageriale gestionale, marketing comunicazione eventi, commerciale, finanziaria economica giuridica, innovazione, professioni e testimonianze.

Tra i docenti esperti di finanza, media, marketing e i dirigenti di club e leghe

A guidare gli studenti insieme ai docenti fra i vari momenti di apprendimento ci saranno i media che si occupano di raccontare quotidianamente lo sport fra giornali, siti e televisioni ed esperti del mondo della finanza come i rappresentanti del fondo americano York Capital Management. Ma soprattutto dirigenti dei club calcistici italiani, fra cui il Palermo, che potrebbero anche trovare figure da inserire nelle rispettive stanze dei bottoni.

Non a caso hanno confermato la propria partecipazione al progetto l’Inter, il Napoli, la Juventus, la Fiorentina, la Spal, il Genoa, la Sampdoria, la Lazio, il Parma, l’ Udinese e i dirigenti della Lega Pro. Attenzione al master che inizierà a settembre è arrivata anche dai campionati stranieri con l’Atletico Madrid che ha confermato il proprio interessamento.

Come iscriversi 

Il percorso di formazione, che sarà coordinato da Emanuela Perinetti e Francesco Stassi, offrirà l’opportunità di tirocini, borse di studio e la possibilità di seguire le lezioni online attraverso la piattaforma Edugo già utilizzata dall’università di Shangai.

A sostenere il progetto del master anche realtà che apparentemente c’entrano poco con il mondo dello sport, ma che potrebbero trovare figure utili per i rispettivi quadri dirigenziali come l’antico forno Graziano e il Grand Hotel Federico II. Le procedure di preiscrizione, per le quali sono arrivate parecchie manifestazioni di interesse, sono già aperte online sul sito masterpalermoinnovationlab.it