Una telecamera allo stadio (Photo by Marco Rosi/Getty Images)

“Abbiamo tutti lavorato per raggiungere un obiettivo comune, e da quel che mi risulta su questo stasera si può chiudere un ottimo accordo, frutto della disponibilità di tutti i soggetti coinvolti, che ringrazio”. Il ministro dello sport, Vincenzo Spadafora, si dichiara ottimista con l’ANSA in merito alla riduzione degli embarghi per gli highlight in chiaro delle partite in vista della ripartenza della Serie A di calcio.

Sul tema, così era intervenuto ieri l’ad della Lega Serie A Luigi De Siervo: “A che punto è la situazione partite in chiaro? È in via di risoluzione. Stiamo cercando di trovare le modalità giuste, le strutture tecniche si sono messe tutte al lavoro insieme per trovare una modalità. Laddove sarà possibile si parlerà do due partite in chiaro, una dovrebbe essere Atalanta-Sassuolo e l’altra di Dazn potrebbe essere Hellas-Cagliari. La prima andrà su Tv8, la seconda sarà invece visibile sul canale youtube del broadcaster digitale”, le sue parole.

“Questa cosa presuppone che non vi sia pubblicità, né prima né durante né alla fine, ci sarà una sorta di embargo di un quarto d’ora prima e dopo la partita. Questo perché qualunque altra modalità avrebbe generato un indebito slittamento dei fatturati pubblicitari dai broadcaster tradizionale per un diritto mai messo in vendita. Stiamo cercando di risolvere difficoltà attraverso un accordo per superare problemi tecnici”.