(Photo credit should read JOHN THYS/AFP/Getty Images)

“Il Comitato Esecutivo UEFA ha adottato oggi importanti misure per consentire la ripresa sicura delle competizioni UEFA per club, con un concetto adattato per garantire un ritorno convincente della partita europea per club. Queste decisioni vengono dopo mesi di gestione delle crisi coordinate dalla UEFA in cui l’ECA ha svolto un ruolo attivo e di leadership per conto dei suoi club membri”. Lo spiega l’ECA, associazione europea dei club, in un comunicato dopo l’odierno Comitato Esecutivo.

“La natura e la portata senza precedenti della crisi che ha colpito i membri dell’ECA e tutte le parti interessate ha costretto i leader del calcio europeo a lavorare in velocità, in circostanze uniche e imprevedibili. La decisione odierna di stabilire un nuovo calendario e formato per completare le competizioni 2019/20 sia per il gioco maschile che femminile, insieme a un adattamento del calendario e del formato per la fase di qualificazione degli UCC 2020/21, rappresenta una direzione coraggiosa ma pragmatica per la prossima tappa del viaggio. Queste misure, in coordinamento con altre decisioni, dovrebbero alleviare alcuni dei club di pressione a breve termine che devono affrontare durante questo drammatico e impegnativo periodo”.

“Queste decisioni sono accolte con favore e dovrebbero sostenere il calcio europeo in quanto emerge dall’attuale crisi COVID-19. Tuttavia, la realtà di fondo è che la maggior parte dei club, insieme al resto del mondo, deve affrontare una ripresa difficile e alquanto incerta. Nei prossimi mesi saranno necessari attenzione e impegno continui man mano che il gioco avanza ulteriormente verso un futuro più sostenibile. L’ECA continuerà a svolgere un ruolo pieno e attivo in questi sforzi per garantire la sostenibilità a lungo termine del gioco”.

Commentando le decisioni odierne, il presidente dell’ECA e il membro del Comitato Esecutivo UEFA Andrea Agnelli ha dichiarato: “In un momento in cui il calcio resiste a una minaccia mai sentita prima nell’era moderna, gli stakeholder si sono riuniti per elaborare una serie di misure per posizionare fortemente il calcio europeo per la sua ripresa. Le decisioni prese oggi sono tra le più importanti che la UEFA abbia mai dovuto prendere. Innanzitutto, è una gioia rivedere il calcio, nonostante l’assenza generale di tifosi richiesta per garantire la sicurezza pubblica. Speriamo che questo elemento possa cambiare presto, poiché il calcio vive grazie alla passione dei tifosi. La strada per il recupero è solo all’inizio, ma sono convinto che le misure adottate oggi si riveleranno fondamentali per garantire il successo futuro del gioco”.