Classifica Serie C Girone B

Ricorsi Serie B e Lega Pro – Le decisioni del Consiglio Federale non hanno lasciato tutti contenti. Anzi sono diverse le squadre che hanno deciso di presentare ricorso contro la Figc.

Per quanto riguarda la Serie B sono due le società che nella giornata di ieri hanno agito nei confronti della Federcalcio: Cosenza e Trapani. Entrambe hanno presentato ricorso “avverso il Comunicato Ufficiale FIGC n. 208/A dell’8 giugno 2020”.

In particolare i due club del campionato cadetto chiedono “al Collegio di Garanzia di modificare il coefficiente correttivo tenendo conto di tutte le variabili utili per poter avere una proiezione quanto più verosimile dell’esito che si sarebbe potuto ottenere in campo e di integrare il C.U. n. 208/A dell’8 giugno 2020 nel rispetto del principio del contraddittorio e di partecipazione nelle modalità indicate nel ricorso medesimo, individuando sin d’ora le concrete modalità di conclusione della stagione sportiva 2019/2020 in tutte le singole ipotesi di cui al suddetto comunicato”

In Serie C sono invece tre le società che hanno agito contro la Figc, dopo il ricorso già presentato dal Rieti: Fano, Gozzano e Olbia.

Fano e Olbia dovrebbero disputare i playout, rispettivamnete contro Ravenna e Giana Erminio. Entrambe le società hanno presenttao ricorso per ottenere “l’annullamento, previa sospensione, del Comunicato Ufficiale n. 209/A del Consiglio Federale della Federazione Italiana Giuoco Calcio dell’8 giugno 2020, pubblicato in pari data, recante “ Modalità di prosecuzione e di conclusione del Campionato di Lega Pro nonché di definizione degli esiti della stagione sportiva 2019/2020”.

In particolare i due club chiedono:

  • in via cautelare, anche mediante provvedimento presidenziale, di sospendere l’esecuzione dell’efficacia del provvedimento impugnato nella parte in cui prevede la disputa dei play out, in attesa della decisione collegiale, se, del caso, ordinando alla FIGC l’adozione di tutti i conseguenti provvedimenti necessari;
  • nel merito, di annullare il provvedimento impugnato, ordinando alla FIGC di disporre la conclusione del Campionato di Serie C con lo svolgimento di tutte le partite previste dal calendario ordinario;
  • sempre nel merito, in via subordinata, di annullare il provvedimento impugnato, ordinando alla FIGC di disporre la cristallizzazione della classifica dei gironi del Campionato di Serie C, non prevedendo per la stagione sportiva 2019/2020 alcuna retrocessione in serie D;
  • sempre nel merito, in via ulteriormente subordinata, di annullare il provvedimento impugnato nella parte in cui prevede che nel caso in cui, a causa dei provvedimenti relativi alla emergenza epidemiologica da COVID-19, non fosse possibile concludere il Campionato con la disputa dei play – out, sono retrocesse in Serie D le squadre classificate all’ultimo, penultimo e terzultimo posto di ogni girone secondo la classifica di cui all’allegato 2 al ricorso; e che, nel caso in cui lo svolgimento dei play out dovesse essere sospeso a causa di provvedimenti relativi alla emergenza epidemiologica da COVID-19, e, pertanto, non fosse possibile concludere gli stessi entro il 20 agosto 2020, sono retrocesse in Serie D le squadre classificate all’ultimo, penultimo e terzultimo posto di ogni girone secondo la classifica di cui all’allegato 2 al ricorso, fatti salvi gli eventuali esiti definitivi determinati dai play out già disputati

Infine il Gozzano ha presentato ricorso contro la Figc che ne ha disposto la retrocessione in Serie D.

“Il Collegio di Garanzia dello Sport ha ricevuto anche il ricorso della società A.C. Gozzano Calcio S.r.l. contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) e contro la Lega Italiana Calcio Professionistico per l’annullamento, poiché illegittimo, nullo, illecito, viziato da eccesso di potere ed abnormità, nonché caratterizzato da violazione di legge per inosservanza dei principi di imparzialità, trasparenza, democraticità, equità, uguaglianza, ragionevolezza, proporzionalità, adeguatezza, affidamento e del merito sportivo, previa istanza cautelare per la sospensione dell’efficacia esecutiva, della decisione del Consiglio Federale della FIGC, pubblicato nel Comunicato Ufficiale n. 209/A dell’8 giugno 2020, in ordine alle “ Modalità di prosecuzione e di conclusione del Campionato di Lega Pro nonché di definizione degli esiti della stagione sportiva 2019/2020” e di ogni ulteriore atto presupposto, preparatorio, annesso, connesso, collegato e conseguente”