Juventus Under 23 isolamento fiduciario
Palloni su un campo di calcio (Foto Antonietta Baldassarre / Insidefoto)

“Siamo vicini alla conclusione del percorso che vedrà l’indennità di marzo, aprile e maggio date a chiunque ne abbia fatto domanda. Anche gli arbitri che erano rimasti in sospeso riceveranno indennità. Superate le complicazioni”. Lo ha detto il ministro dello sport, Vincenzo Spadafora, in una diretta Instagram con il direttore dell’Ufficio per lo Sport Giuseppe Pierro.

“Dall’8 giugno e entro il 15 giugno – ha aggiunto il ministro – c’è la possibilità di iscriversi sulla piattaforma di Sport e Salute per coloro non hanno fatto la domanda l’altra volta”. Spadafora ha poi parlato del contributo a fondo perduto per Ssd e Asd.”Non era facile trovare i giusti criteri”, le parole del ministro.

“Credo che il dipartimento abbia trovato una prima chiave interessante. Partiremo dalle 15mila ASD e Ssd che gestiscono impianti sportivi. Da lunedì potranno fare domanda subito. Non resterà fuori nessuno, tutti riceveranno contributo a fondo perduto. Poi sarà la volta delle altre che non gestiscono impianti che potranno fare un altro tipo di domanda per un contributo secco”.

Spadafora ha aggiunto che Coni, Comitato paralimpico e Sport e Salute “hanno messo a disposizione dei fondi, rispettivamente 5 milioni, 5 milioni e 17 milioni. Proprio oggi abbiamo firmato un protocollo con Coni, Comitato paralimpico e Sport e Salute per scambiarci informazioni in merito a tutti i benefici erogati e per fare in modo che nessuno resti senza un aiuto. Faremo in modo di arrivare a tutto il sistema Asd e Ssd. Saremo molto più rapidi”.