nba stipendi 2019 2020
Stephen Curry (Golden State Warriors) e LeBron James (Los Angeles Lakers) (Photo by Ethan Miller/Getty Images)

Il basket Nba ripartirà il prossimo 31 luglio in una sede unica a Disney World (Orlando, Florida).

La decisione è arrivata lo scorso 4 giugno, quando i proprietari delle 30 franchigie Nba hanno votato per organizzare la ripresa.
Sono stati 29 i voti favorevoli e solo 1 il contrario. La ripartenza, quindi, avverrà in un unico stabile, ovvero il Disney World resort di Orlando in Florida.

La decisione di giocare tutte le partite in un unico stabilimento è finalizzata proprio a evitare contagi tra gli atleti, che nelle normali stagioni di basket americano sono in viaggio aereo ogni tre giorni vista la densità del calendario. Non parteciperanno tutte le squadre alla ripresa; è stato deciso di escluderne otto, quindi si giocherà in 22 invece di 30. Saranno giocate otto gare per ogni squadra e poi verranno giocati i playoff.

Stabiliti anche altri appuntamenti all’ interno dell’ annata: le squadre (ognuna nella propria città) svolgeranno una settimana di training camp a inizio luglio (dal 30 giugno), per poi spostarsi a Orlando il 7. Gli allenamenti delle 22 squadre in Florida partiranno poi dal 9 all’ 11 luglio.

Tutti i giocatori, compresi gli statunitensi, dovranno essere nella città in cui giocano entro il 21 giugno. Il 22 cominceranno i test per il coronavirus, necessari per la ripresa degli allenamenti di squadra.