Roma prestito statale
Esultanza dei giocatori della Roma (Photo Antonietta Baldassarre/ Insidefoto)

Attraverso una nota pubblicata nella serata di ieri, la Roma ha annunciato che l’ammontare definitivo dell’aumento di capitale del club giallorosso è stato fissato a 150 milioni di euro.

«Il Consiglio di Amministrazione dell’A.S. Roma S.p.A., riunitosi in data odierna (ieri ndr), in esecuzione dei poteri conferitegli dall’Assemblea degli azionisti del 28 ottobre 2019, ha deliberato l’ammontare definitivo dell’Aumento di Capitale, la cui esecuzione è fissata entro il termine ultimo del 31 dicembre 2020, in Euro 150.000.000,00».

Nel frattempo, il 21 maggio il cda giallorosso ha approvato un’operazione di compravendita di crediti futuri “pro-soluto” mediante la sottoscrizione di un contratto tra la As Roma, in qualità di cedente, e Neep, in qualità di cessionario, per un valore complessivo di crediti ceduti fino ad un massimo di 30 milioni di euro.

In pratica, Neep acquisterà pacchetti di crediti futuri della Roma derivanti da contratti relativi a servizi di ticketing e attività connesse che sorgeranno a decorrere dall’8 marzo 2021, e che non risultano già concessi in garanzia agli obbligazionisti di AS Roma Media and Sponsorship nell’ambito del prestito obbligazionario (il bond da 275 milioni di euro) perfezionatosi lo scorso 9 agosto 2019.