Juventus torneo academy
Jean-Michel Aulas, presidente del Lione (Photo by ROMAIN LAFABREGUE/AFP via Getty Images)

Il presidente del Lione, Jean-Michel Aulas, ha scritto al primo ministro e al ministro dello sport francesi, invitandoli a riconsiderare la loro decisione di chiudere la stagione calcistica. Secondo Aulas, la scelta adottata il 28 aprile scorso per la Ligue 1 e Ligue 2 a causa della pandemia porterà il calcio francese ad affrontare una “crisi economica e sociale senza precedenti”.

“La Bundesliga ha ripreso le partite il 16 maggio, la Spagna le riprenderà l’8 giugno. Italia, Russia e Portogallo hanno cominciato gli allenamenti collettivi e l’Inghilterra sta lavorando a una ripresa dopo il 19 giugno – afferma Aulas -. Come può la Francia svalutare così il suo calcio professionistico?”. Il 2 giugno il governo di Parigi dovrebbe annunciare un allentamento delle restrizioni sanitarie.

“Non potrebbe essere anche una grande opportunità per correggere l’errore e consentire, con un protocollo sanitario utilizzato ovunque, una ripresa graduale degli allenamenti e una ripresa della stagione 2019-2020 durante mesi di luglio o agosto?”, si chiede il presidente del Lione.