Lucas Biglia (Photo Image Sport / Insidefoto)
Lucas Biglia (Photo Image Sport / Insidefoto)

L’attuale, travagliatissima, stagione potrebbe essere l’ultima di Lucas Biglia al Milan.

Il contratto del centrocampista argentino, arrivato dalla Lazio nell’estate del 2017, quella delle “cose formali” di Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli, scade infatti il 30 giugno 2020 e considerata l’età (34 anni compiuti lo scorso gennaio) e il rendimento non all’altezza delle aspettative, anche a causa dei molti infortuni, potrebbe non essere rinnovato.

Il profilo di Biglia non sembra infatti rientrare nella nuova linea “green” voluta dall’amministratore delegato del Milan, Ivan Gazidis, e condivisa con i vertici del fondo Elliott.

Lo stesso Biglia, parlando ai microfoni della trasmissione radiofonica argentina ‘Tanto Por Decidir’, non ha escluso la possibilità di interrompere il suo rapporto con il Milan una volta terminata la stagione.

«Sto valutando, non escludo la possibilità di ritornare in Argentina. Vorrei iniziare il corso di allenatore in Europa e quando finirò di giocare mi dedicherò alla mia famiglia. Poi tornerò nel mondo del calcio perché mi sono reso conto in questa quarantena che è ciò di cui ho bisogno», ha dichiarato il centrocampista rossonero, che si è anche soffermato sugli sforzi del club per tornare stabilmente nell’élite del calcio italiano ed europeo

«Da quando sono arrivato il club ha cambiato proprietà due volte. Il Milan sta facendo tutto il possibile per stabilizzarsi per essere forte economicamente e tornare ad essere una potenza europea come lo è stato anni fa», ha osservato Biglia.

Biglia verso l’addio? L’impatto sui conti del Milan

Ma quale sarebbe l’impatto dell’eventuale addio di Biglia sui conti del Milan?

Bilancio alla mano il mancato rinnovo del centrocampista argentino consentirebbe un risparmio importante sui conti del Milan per la stagione 2020-2021.

Considerando l’ingaggio lordo e l’ammortamento del cartellino, Lucas Biglia attualmente è il calciatore più costoso dell’intera rosa del Milan, più di Paquetà (altro importante investimento che non ha ancora dato i frutti sperati) e di Gigio Donnarumma.

Acquistato nel luglio 2017 dalla Lazio di Claudio Lotito per 19,2 milioni più altri 500 mila euro di bonus (fonte: bilancio Milan 2019), il cartellino di Biglia ha avuto finora un ammortamento annuo di 6,76 milioni di euro.

Calciatore Ruolo Ammortamento Stipendio netto Stipendio lordo Costo totale a bilancio
Biglia C 6.766.667 € € 3.500.000 6.475.000 € 13.241.667 €
Paquetà A 8.417.687 € € 1.700.000 3.145.000 € 11.562.687 €
G. Donnarumma P 120.375 € € 6.000.000 11.100.000 € 11.220.375 €
Calhanoglu A 6.061.305 € € 2.500.000 4.625.000 € 10.686.305 €
Kessie C 6.400.000 € € 2.200.000 4.070.000 € 10.470.000 €

I cinque giocatori più costosi sui conti del Milan 2019-2020

All’ammortamento si aggiunge lo stipendio lordo che, calcolato sui 3,5 milioni di euro netti a stagione percepiti da Biglia al Milan, portano il costo complessivo a bilancio a 13,24 milioni.