Lazio Torino tavolino
Claudio Lotito, presidente della Lazio (Foto Andrea Staccioli / Insidefoto)

Il patron della Lazio, Claudio Lotito, ha rilasciato un’intervista a Lazio Style Magazine, rivista ufficiale della società biancoceleste. Parlando della ripresa del calcio, Lotito ha posto l’accento sull’importanza del movimento per tutti i lavoratori che operano “dietro le quinte”.

«La salute è un bene primario, garantito dalla Costituzione, quindi non va solo preservato ma anche tutelato e difeso a tutti i costi. Però mi pongo un problema, come uomo, come padre di un figlio e come presidente di una squadra di calcio. Il problema che mi pongo è quello di far sposare la tutela della salute con la ripartenza, che consente a tante famiglie di portare a casa il sostentamento», ha spiegato.

«Una società è composta da magazzinieri, fisioterapisti, cuochi, camerieri, autisti, impiegati. I media hanno bollato il settore del pallone come un manipolo di assetati di soldi, non riflettendo su questo», ha sottolineato il presidente della Lazio.

«Il mio augurio per mio figlio, per i vostri figli, per noi tutti – ha concluso Lotito –, è che questo periodo passi e che si possa, con tutte le precauzioni che vogliamo e dobbiamo attuare, ritornare a ritrovarci tutti insieme».