Bologna Senior Club
(Antonietta Baldassarre / Insidefoto)

Il Bologna è al lavoro, fra tecnici, dirigenti e sanitari, per riprendere gli allenamenti lunedì, come consentito dall’ordinanza regionale, o, più probabilmente, più avanti nel corso della settimana. Lo spiega l’Ansa.

Nel caso, si tratterà di allenamenti individuali – come previsto dall’ordinanza – che quindi si concentreranno più sulla parte atletica e tecnica, mettendo inevitabilmente tra parentesi la tattica. Il distanziamento dei calciatori sarebbe favorito dal fatto che il centro tecnico di Casteldebole, quartier generale rossoblù, ha ben undici campi a disposizione che servono sia per la prima squadra, sia per il settore giovanile che, però, attualmente, è fermo.

Tra oggi e domani saranno definiti i dettagli per garantire la sicurezza dei calciatori e si definirà il programma: fra le ipotesi allo studio anche quella di non usare gli spogliatoi, facendo arrivare i giocatori al campo in tenuta di allenamento, per poi andare a farsi la doccia a casa.

La Spal, invece, nonostante l’ordinanza regionale lo consenta, non riprenderà gli allenamenti. Lo ha comunicato la società, precisando che l’attività della prima squadra rimarrà sospesa in attesa del protocollo sanitario e delle norme sulla definizione di ripresa delle competizioni sportive.