Serie A date 2020 2021
(Photo by FILIPPO MONTEFORTE/AFP via Getty Images)

Nuova frenata per la Juventus in Borsa, mentre continua la corsa della Lazio. In una giornata chiusa in calo per Piazza Affari (Ftse Mib -0,89% a 16.858 punti), in attesa del verdetto di S&P sull’Italia, con scambi per 1,46 miliardi di euro (in ulteriore calo rispetto alle ultime due sedute), il titolo del club biancoceleste è risultato in controtendenza, facendo segnare un’altra giornata positiva.

Nel dettaglio, la Juventus ha chiuso l’ultimo giorno della settimana in Borsa in forte calo, dopo sette sedute consecutive in crescita: -6,43% per il titolo bianconero, tornato sotto quota 1 euro per azione a 0,9404 euro per azione. Dal 12 marzo, giorno in cui ha raggiunto il minimo di 0,545 euro, la Juventus ha visto il suo titolo risalire di circa il 72,6%.

Meglio ha fatto la Lazio, che ha chiuso la giornata con un +4,71% a 1,3340 euro per azione, con una crescita pari al 72,8% dal 12 marzo scorso, in cui il titolo biancoceleste aveva raggiunto un minimo di 0,772 euro per azione.

Sempre in controtendenza, rispetto agli altri titoli calcistici, il titolo della Roma, frenato anche dallo standby nella trattativa tra il patron James Pallotta e l’imprenditore Usa Dan Friedkin per la cessione del club: il titolo giallorosso ha chiuso la giornata di oggi a quota 0,401 euro per azione (-0,99%), con una crescita dal 17 marzo (data del minimo recente) pari al 18%.