(Photo by JAVIER SORIANO/AFP via Getty Images)

La Eredivisie, il massimo campionato calcistico olandese, ha annunciato questo pomeriggio lo stop definitivo alla stagione 2019/20. Niente assegnazione del titolo e nessuna promozione né retrocessione per quanto riguarda questo campionato.

Tra le decisioni adottate dalla lega olandese, anche una raccomandazione legata alle difficoltà finanziarie che i club incontreranno nel prossimo futuro. In particolare, si ritiene che «in questi tempi difficili l’unità e la solidarietà siano molto importanti per il calcio olandese (professionistico)».

«In parte per questo motivo – si legge in una nota –, il consiglio di amministrazione ritiene che le società calcistiche professionistiche, che parteciperanno alle competizioni europee per club sulla base della decisione della lega olandese, hanno l’obbligo morale di versare una parte (25%) del denaro iniziale che ricevono in relazione a questa partecipazione».

Denaro «da rendere disponibile per la distribuzione tra le varie organizzazioni calcistiche professionistiche. A tal fine, il consiglio vuole discutere a proposito del calcio professionistico con le persone coinvolte nel breve termine», spiega il comunicato.