La sede della Fifa (Foto Steffen Schmidt/Insidefoto)

La FIFA ha deciso di destinare immediatamente alle Federazioni associate tutti i finanziamenti operativi dovuti per gli anni 2019 e 2020. La mossa è la prima di un piano di soccorso per aiutare la comunità calcistica colpita dall’emergenza Coronavirus.

Questa misura comporterà la distribuzione di circa 150 milioni di dollari tra i 211 organi di governo del calcio nazionale in tutto il mondo. «La pandemia ha portato sfide senza precedenti per l’intera comunità calcistica e, in quanto organo di governo mondiale, è dovere della FIFA essere presente e supportare coloro che si trovano di fronte a delle necessità», ha dichiarato il presidente della FIFA Gianni Infantino.

«Si parte fornendo assistenza finanziaria immediata alle nostre associazioni membri, molte delle quali stanno vivendo gravi difficoltà finanziarie. Questo è il primo passo di un vasto piano di aiuti finanziari che stiamo sviluppando per rispondere all’emergenza nell’intera comunità calcistica», ha spiegato il presidente della FIFA.

«Vorrei ringraziare i presidenti del Comitato per lo sviluppo FIFA, Shaikh Salman Bin Ebrahim Al Khalifa, e del Comitato finanziario FIFA, Alejandro Domínguez, per l’impegno e l’urgente approvazione di queste misure da parte delle loro commissioni», ha aggiunto Infantino.

Nell’ambito della misura, tutti i contributi ai costi operativi delle associazioni previsti nell’ambito del programma Forward 2.0 saranno interamente pagati per gli anni 2019 e 2020. In particolare, l’erogazione della seconda quota per il 2020, originariamente prevista per luglio, sarà versata immediatamente.

Concretamente, questo significa che la FIFA rilascerà 500.000 dollari a ciascuna associazione membro nei prossimi giorni, utili per soddisfare gli obblighi finanziari o operativi che potrebbero avere nei confronti del personale e di terzi.