Ben White, difensore del Leeds United (Photo by Lewis Storey/Getty Images)

Ingenuo come solo i bambini sanno essere, ma già con uno spiccato senso degli affari. Il piccolo Daniel Auton, tifosissimo del Leeds, ha cinque anni e una grande passione per il calcio. Il suo giocatore preferito è Ben White, ventiduenne difensore centrale in prestito dal Brighton & Hove Albion al Leeds. L’accordo scadrà a fine stagione, quando il ragazzo di Poole farà ritorno alla base.

Un momento che il piccolo Daniel attende come un incubo, tanto da aver deciso di provare a fare la sua parte per permettere al Leeds di acquistarlo a titolo definitivo. Dopo aver rotto il suo salvadanaio e racimolato così £15.07, il giovanissimo supporter ha preso carta e penna ed ha scritto di suo pugno a Barber Seagulls, Chief Executive del Brighton & Hove Albion.

“Le scrivo questa lettera in merito ad un vostro giocatore che al momento è in prestito da noi – si legge nella missiva – il calciatore in questione è il mio preferito, Ben White. Se si può, possiamo per favore per favore per favore (tre volte, ndr) comprare Ben alla fine della stagione? Ho contato tutti i pennies nel mio salvadanaio ed ho £15.07, forse possono servire”.

Ricevuta la richiesta, Seagulls non ha esitato a rispondere. “È molto bello da parte tua offrire tutti i soldi che hai per aiutare la tua squadra – le parole del dirigente – ed è evidente che hai un occhio eccezionale per i giovani talenti, forse lo scout potrebbe essere il tuo lavoro! Abbiamo preso la tua gentile offerta in seria considerazione, ma il nostro allenatore Graham Potter e il direttore tecnico Dan Ashworth considerano Ben un giocatore molto importante che farà parte dei nostri programmi futuri. Per questo, mi dispiace, non possiamo vendere Ben al Leeds. Ti ringraziamo per aver utilizzato parte del tuo tempo per scriverci ed auguriamo a te, alla tua famiglia e al Leeds United tutto il meglio”.