dove vedere Tottenham-Manchester United Tv streaming
Mauricio Pochettino, ex allenatore del Tottenham (Foto: Cesare Purini / Insidefoto)

Daniel Levy, chairman del Tottenham, ha contattato Mauricio Pochettino per chiedergli di ridursi il compenso che l’argentino sta ancora percependo dopo il suo esonero avvenuto lo scorso 19 novembre, quando quattro sconfitte consecutive convinsero il direttivo del club a licenziarlo per affidare la panchina a José Mourinho.

Attualmente, Pochettino ha un contratto in essere con il club londinese di 8,5 milioni di sterline a stagione fino al 2023. (accordo stipulato nel maggio del 2018).

Il Tottenham, a causa dell’emergenza dovuta alla pandemia del Covid-19, sta valutando alcuni tagli alle spese ed ha individuato nell’argentino uno dei possibili destinatari dei provvedimenti.

Oltre a Pochettino, Levy spera di convincere il suo staff, che comprende gli allenatori Jesus Perez, Miguel D’Agostino e Antoni Jimenez. A loro verrà chiesto di rinegoziare gli accordi al ribasso, confidando che la crisi economica che sta investendo anche i club della Premier League (amputati dei diritti televisivi, delle sponsorizzazioni e degli incassi al botteghino) spinga gli ex ad accettare le nuove offerte.

A quanto si apprende, il Tottenham starebbe trattando anche con l’attuale tecnico, José Mourinho, al quale avrebbe chiesto di rinunciare al 10% del suo stipendio (circa 15.8 milioni di euro a stagione, il contratto scadrà al termine di quella 2022/2023). Nell’accordo tra il club e il portoghese, c’è anche una clausola che prevede un maxi-bonus di circa 2.3 milioni di euro in caso di arrivo della squadra tra le prime quattro in classifica con conseguente accesso alla Champions League.