ferrero indagato sampdoria riciclaggio
Il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero (Insidefoto.com)

Il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, ha rilasciato un’intervista all’emittente ligure Telenord in cui si è opposto alla ripresa del campionato di Serie A, dichiarandosi totalmente contrario alla disputa delle restanti partite a porte chiuse. Queste le sue parole.

“Organizziamoci per dire che questo campionato ormai deve finire qui. Lo dico col dolore perché io voglio ricominciare ma solo vedendo il mio stadio che è il più bello del mondo, con i miei tifosi che battono sui loro tamburi. Io ho visto così Sampdoria-Verona e ho avuto un male al cuore a vedere questo silenzio, a non poter esultare perché ditemi come si fa ad andare allo stadio e vedere quella desolazione”.

A rafforzare ancora di più il concetto: “La partita senza tifo, ma che partita è? Ma quando vediamo questo derby, con tutti quei colori da una parte e dall’altra, con tutti che suonano, incitano i loro ragazzi, questo è il calcio, questo è lo spettacolo, questo è il mondo, questa è un’ora e mezzo di adrenalina pura. Ma una partita senza i tifosi, che cos’é? Ma perché?”.

Le parole del presidente dei blucerchiati fanno seguito alle dichiarazioni di Massimo Cellino, numero uno del Brescia, anche lui contrario alla ripresa del campionato: “Cos’è, un pesce d’aprile? Questa stagione non ha più senso. Ci siamo fermati, nessuna squadra tornerà come prima, gli stadi a porte chiuse, in più c’è il rischio per la salute degli atleti. Per me tornare all’attività è una pura follia. Dopo aver perso questa stagione, rovineremo anche la prossima che invece sarà decisiva per ripartire”.