Dove vedere Brescia Roma tv streaming
Esultanza dei giocatori della Roma (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Gli aggiornamenti sull’evoluzione del Coronavirus sono ormai diventati una costante della nostra quotidianità e ci hanno poi permesso di capire come sia impossibile per i parenti poter visitare chi si trova in un ospedale ed è in lotta contro il virus. La misura è di tipo preventivo proprio per evitare che il contagio possa svilupparsi ulteriormente, ma questo non fa che rendere ancora più dura la permanenza nella struttura ospedaliera. Roma Cares, la onlus del cub giallorosso, ha così deciso di scendere in campo attivamente, proprio per supportare i pazienti contagiati dal virus Covid-19 e costretti al ricovero a connettersi con i propri cari a casa.

Dopo aver lanciato una campagna GoFundMe il mese scorso al fine di raccogliere € 500.000 per acquistare forniture mediche urgenti per gli ospedali di Roma che combattono contro il Coronavirus, il Club è stato informato dagli operatori sanitari in prima linea circa la difficoltà dei più anziani nel contattare i familiari una volta entrati in ospedale.

Per risolvere il problema la fondazione giallorossa ha collaborato con WINDTRE, che ha donato 50 dispositivi, tra smartphone e tablet, a tre ospedali della Regione.

I 50 device, ciascuno con una copertura protettiva al fine di garantire il pieno rispetto delle norme igieniche, sono già stati consegnati all’ospedale Umberto I, all’ospedale Sant’Andrea e all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina.

Anche in questo frangente si sta rivelando determinante il supporto del personale per assistere chi non è particolarmente avvezzo con i dispositivi tecnologici. In questa settimana, infermieri e operatori sanitari delle tre strutture hanno già iniziato ad aiutare i pazienti isolati a effettuare videochiamate con familiari e amici.

Nell’ambito delle iniziative volte a contrastare il Coronavirus, Roma Cares ha acquistato anche otto ventilatori polmonari e otto nuovi letti di terapia intensiva per gli ospedali di Roma, dopo aver raccolto fondi attraverso donazioni fatte dai tifosi, dai partner, dal presidente del club Jim Pallotta e da giocatori, dirigenti e dipendenti del Club.