Henderson stipendio Liverpool
Jordan Henderson e Adam Lallana (Foto Daniel Chesterton PHC/ Insidefoto)

Jordan Henderson sta organizzando un fondo tra i giocatori della Premier League a favore del National Health System (NHS) per affrontare la crisi causata dal coronavirus.

Come riportato dal quotidiano britannico Times il capitano del Liverpool ha trascorso gli ultimi giorni a contattare i pari ruolo degli altri club della Premier League per proporre loro l’iniziativa e la reazione iniziale è stata del tutto positiva, con i giocatori determinati a contribuire al fondo, destinando il raccolto a chi sta affrontando l’emergenza in prima linea.

L’iniziativa fa seguito ai commenti del segretario per la salute e gli affari sociali del Regno Unito Matt Hancock, che ha invitato i calciatori di alto livello “a fare la loro parte” durante la riunione di governo di ieri, convocata per la diffusione del virus Covid-19.

I giocatori, chiamati a raccolta da Henderson, sono pronti a dare il loro contributo e a collaborare con Hancock e il suo dipartimento nonostante le critiche che hanno ricevuto. Il capitano dei reds ha già contattato diverse banche per istituire il fondo, mentre ai calciatori verrà semplicemente chiesto di contribuire in base alle loro possibilità, tenendo in considerazione che esiste una grande variazione di stipendi tra le squadre e i giocatori del campionato inglese. Se dovesse arrivare un contributo da parte dei giocatori di tutte le 20 squadre della Premier League, il fondo potrebbe raccogliere anche milioni di sterline.

Questa iniziativa sarà mantenuta qualunque siano gli sviluppi sul tema del taglio agli stipendi dei giocatori, argomento sul quale non si è ancora giunti a un punto d’incontro, sopratutto per le posizioni distanti tra il sindacato dei calciatori e i club.