raccolta fondi Roma Coronavirus
Giocatori della Roma. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Sin dall’inizio dell’emergenza sanitaria la Roma si è dimstrata una delle società più attive per aiutare non solo le categorie più in difficoltà, ma anche il personale sanitario che ormai da settimane è impegnato in turni estenuanti per dare assistenza ai malati. Il primo a dare un contributo personale è stato il presidente Pallotta, ma poi si è proseguito con altre iniziative interessanti quali la consegna di beni di prima necessità agli abbonati over 75 o la consegna di mascherine al personale specializzato.

Anche i tifosi hanno comunque la possibilità, nel loro piccolo, di sostenere l’opera della società giallorossa che punta ad aiutare il personale dell’ospedale Spallanzani, uno dei primi a essere in prima linea nel nostro Paese nella lotta al Coronavirus.

E al momento il riscontro ottenuto è più che positivo. In queste ore è stata infatti raggunta la più che ragguardevole cifra di 500 mila euro. L’obiettivo può diventare comnque ancora più importante: non ci si vuole infatti fermare qui (si può donare attraverso la piattaforma gofoundme).

Da ieri la Roma sui propri social ha deciso di rendere omaggio a medici e infermieri che ogni giorno in ospedale rischiano la propria vita per gli altri. La prima a comparire sul profilo Twitter capitolino è Flaminia Coccia, tifosa giallorossa e geriatra dell’Istituto Poliambulanza di Brescia. “Grazie di tutto quello che fai” scrive la Roma. Ci sono poi calciatori in casa giallorossa che si adoperano anche per iniziative esterne alle società ed è il caso anche di Kluivert e Mkhitaryan che hanno aderito alla campagna “We Are One” dell’agente Mino Raiola.

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here