Roma consegna beni prima necessità
Esultanza dei giocatori della Roma (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

Sin dall’inizio dell’emergenza Coronavirus la Roma è stata una delle società più attive per aiutare le tante persone in difficoltà e chi è impegnato in trincea per salvare vite umane costretto a dover subire anche turni estenuanti. Il presidente Pallotta si era speso personalmente già qualche settimana con una sua donazione ma non ci si è fermati qui.

Ora infatti il club ha deciso di aiutare in prima persona i tifosi più anziani, una delle categorie ritenute più a rischio in questa situazione, consegnando loro una serie di beni di prima necessità.

La Roma ha così contattato i propri abbonati di più di 75 anni di età per iniziare la consegna nella giornata di venerdì.

L’iniziativa fa parte della campagna della Società dedicata all’emergenza Covid-19 ed è volta a sostenere le persone più vulnerabili della città in questo momento di crisi. Alcuni prodotti sono stati gentilmente donati dai partner della Società e nel box sarà presente anche un kit contenente presidi sanitari utili in questo momento di emergenza.

A ciascuno degli abbonati over 75 verrà recapitato un pacco di Roma Cares contenente:

2 pacchi di pasta La Molisana (2 kg in totale)
4 bottiglie di passata di pomodoro
1 pacco di biscotti Gentilini AS Roma
2 pacchi di caffè
2 pacchi di zucchero
2 pacchi di farina
1 bottiglia di olio extra vergine di oliva
4 pacchi di sale
2 scatolette di tonno da 250 gr.
1 barattolo di marmellata
2 confezioni di riso
6 bottiglie di acqua
1 bottiglia di Peroni
1 colomba
1 copia della Gazzetta dello Sport
1 kit contenente gel igienizzante per le mani e guanti in plastica
10 mascherine donate dal Roma Club Shangai
1 sciarpa dell’AS Roma “Voglio solo star con te”.

Lo staff di Roma Cares consegnerà anche durante il weekend per permettere ai tifosi contattati di ricevere il box.

“Questo è un momento molto preoccupante per tutti, ma in particolar modo per le persone più anziane del nostro Paese – ha detto Francesco Calvo, Chief Operating Officer dell’AS Roma -. Il governo e le autorità locali hanno consigliato alle persone in età avanzata di evitare di lasciare la propria abitazione e per questo abbiamo deciso di offrire loro dei beni di prima necessità utili in un periodo come questo. È un piccolo gesto da parte del Club, ma vogliamo esprimere loro tutta la vicinanza nonostante non possano venire a vedere alla stadio la loro squadra del cuore”.

La scorsa settimana, l’AS Roma ha ordinato otto ventilatori polmonari (tre per la terapia intensiva, cinque per la terapia sub intensiva) e otto letti per la terapia intensiva per l’Ospedale Spallanzani, dopo la donazione da parte dello staff tecnico e dei calciatori giallorossi di un giorno del proprio salario alla campagna di raccolta fondi organizzata dalla Società.

Nell’ambito delle iniziative a supporto della Città per il Coronavirus, Roma Cares ha anche ha consegnato 13.000 maschere FFP2 agli ospedali romani, oltre a 120 bottiglie da 500 ml di disinfettante per le mani. Giovedì scorso, invece, il Club ha distribuito un totale di 8.000 paia di guanti protettivi e 2.000 flaconi di gel disinfettante nelle periferie della Capitale.