Bundesliga misure Coronavirus
(Photo by Simon Hofmann/Bongarts/Getty Images)

La Bundesliga continua a lavorare alle misure per aiutare i club ad affrontare la crisi derivante dall’emergenza Coronavirus. Stando a Bloomberg, la DFL (ente che regola Bundesliga e 2. Bundesliga) ha iniziato a sondare diversi fondi di investimento per garantire 300 milioni di euro di liquidità alle società.

Tra le società coinvolte in questa operazione ci sarebbero Apollo Global Management Inc. e KKR, tra le altre. La DFL sta già lavorando con degli advisor per articolare questo meccanismo di debito, a seguito dell’incertezza sui pagamenti dei diritti televisivi in ​​sospeso da parte dei broadcaster, tra cui Sky Deutschland.

Il loro impegno è quello di trasmettere tutte le partite rimanenti, anche qualora queste si svolgessero a porte chiuse. I dubbi sul fatto che si possa riprendere o meno l’attività spiegano perché non ci sono ancora negoziati formali, dato che le esigenze di capitale potrebbero essere molto diverse tra loro a seconda degli scenari.

Al momento, l’unica mossa ufficiale è stata l’istituzione di un fondo da 20 milioni di euro finanziato dai quattro club partecipanti alla UEFA Champions League 2019/20, per aiutare le società in difficoltà. A sua volta, la DFL ha annunciato una maggiore flessibilità negli standard per il controllo sui conti dei club fino al 2021/22.

«L’obiettivo è quello di dare a tutti i club il tempo e l’opportunità di affrontare le conseguenze finanziarie della pandemia Coronavirus e di riprendere le normali operazioni in modo che le competizioni possano essere completate sul campo», ha sottolineato la DFL in una nota.

Tra le misure adottate c’è l’abolizione della detrazione di nove punti come sanzione per le società che risultino insolventi nel 2019/20, mentre nel 2020/21 saranno eventualmente sottratti solamente tre punti. In più, la Bundesliga ha deciso che l’analisi contabile di ciascun club verrà effettuata da ottobre a settembre, al fine di «ottenere una visione realistica della situazione economica dei singoli club il più presto possibile».

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here