Inter proprietà intellettuale
(Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images)

L’emergenza Coronavirus sta influenzando pesantemente anche l’industria del calcio. Nel suo ultimo report settimanale, il CIES Football Observatory ha mostrato come cambieranno i valori di mercato dei giocatori nel caso in cui nessuna partita venga giocata e nessun contratto venga esteso esteso fino alla fine del mese di giugno.

Lo studio ha preso in considerazione il valore di mercato dei calciatori dei top 5 campionati europei, che vedrebbe un crollo del 28%: da 32,7 a 23,4 miliardi di euro. L’entità della riduzione varia – da calciatore a calciatore – in base a diversi fattori quali l’età, la durata del contratto, la carriera e le prestazioni recenti.

Il calo di valore maggiore in termini relativi riguarda i giocatori che si avviano alla fine della loro carriera e con contratti a breve termine, oltre a quelli che hanno giocato meno partite durante la stagione in corso rispetto a quella precedente. Per fare un esempio, secondo il CIES il valore stimato di Paul Pogba andrebbe quasi a dimezzarsi, da 65 a 35 milioni di euro.

In termini assoluti, il club che vedrebbe un calo maggiore nel valore di mercato dei suoi calciatori è il Manchester City (-412 milioni), seguito dal Barcellona (-366 milioni) e dal Liverpool (-353 milioni). Quarta posizione per il Real Madrid (-350) e quinta per il Psg (-302).

In termini relativi, invece, il calo maggiore lo dovrebbe sperimentare il Marsiglia (-37,9%), mentre al secondo posto della classifica si posizionerebbe addirittura l’Inter (-276 milioni a -35,7%). Terze e quarte altre due italiane, come Hellas Verona e Spal, rispettivamente a -34,3% e -34,2%. Quinto lo Sheffield, club di Premier, a -33,2%.

Guardando alla sola Serie A, come detto in termini relativi è l’Inter la società che andrebbe a perdere di più, seguita da Hellas Verona e Spal. Al quarto posto la Lazio (-32,8%) e quinto il Cagliari (-31,7%). In termini assoluti, invece, la prima posizione spetta sempre all’Inter (-276 milioni), il secondo posto è della Juve (-222 milioni a -28,4%) e il terzo del Napoli (-181 milioni a -29,8%). La top 5 si chiude con Roma (-147 milioni a -27,2%) e con il Milan (-144 milioni a -31,2%).