Urbano Cairo (Foto Image Sport / Insidefoto)

“L’ho detto già detto, secondo me il campionato è finito”. Così il presidente del Torino, Urbano Cairo, a Un giorno da pecora.

“A Wuhan hanno cominciato le misure restrittive il 25 gennaio e le toglieranno credo l’8 aprile, sono due mesi e mezzo di stop – ha spiegato -. Per noi, con due mesi di stop, si ripartirebbe a fine maggio, sempre che non serva più tempo”.

“Per le squadre vorrebbe dire cominciare ad allenarsi a fine maggio e quindi iniziare le partite a fine giugno, giocare a luglio e agosto. Poi dare un mese di vacanza, un mese per allenarsi e ripartire per il prossimo campionato non prima di novembre. Non si può fare”.

“Lo scudetto non andrebbe assegnato perché il campionato non è finito e ci sono tre squadre in fazzoletto – ha detto ancora -. Non ho sentito neanche Andrea Agnelli dire che andrebbe assegnato”.