Matuidi risparmio Juventus
Blaise Matuidi, ex centrocampista della Juventus (Photo Andrea Staccioli / Insidefoto)

Blaise Matuidi è il secondo calciatore della Juventus dopo Daniele Rugani a essere risultato positivo al Coronavirus. L’annuncio sulla situazione del centrocampista è arrivato ieri sera, a poche ore di distanza dalla decisione di mettere in isolamento volontario anche dieci giocatrici della squadra femminile.

Il francese al momento risulta essere asintomatico e ha voluto rassicurare tutti su come abbia preso la notizia attraverso il suo profilo sui social network: “Io sono positivo – ha scritto -.  Di solito amo pensare sempre positivo perché sono una persona che cerca di irradiare buone vibrazioni alla mia famiglia, ai miei amici ai miei compagni. Sono portatore asintomatico del virus, cosciente di avere il privilegio di essere un calciatore professionista e di beneficiare per questo motivo di un monitoraggio sanitario regolare ed eccellente. Se non lo fossi stato, forse non avrei mai saputo di esserlo”.

Nonostante una notizia che non può che spaventare tutti, il bianconero vuole provare a prendere qualcosa di positivo da questa storia: “Sono positivo, usciremo collettivamente piu’ forti da questa prova, che ci insegnerà a conoscerci meglio, a essere più solidali, più generosi, migliori – aggiunge il 32enne francese -. Ringrazio tutti voi per i messaggi di amicizia e di sostegno. Restiamo disciplinati e uniti per poter presto tornare a fare le coccole ai nostri figli, abbracciare i nostri genitori, dare la mano ai nostri fratelli e sorelle e festeggiare i gol con i nostri compagni”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Je suis positif. Habituellement j’aime penser que je suis positif. Quelqu’un qui essaie d’irradier de bonnes ondes autour de lui, ma famille, mes amis, mes coéquipiers. Aujourd’hui je reste positif. Je suis porteur asymptomatique du virus, conscient d’avoir le privilège d’être un footballeur professionnel et de bénéficier à ce titre d’un suivi médical régulier et excellent. Si ce n’était pas le cas, je ne l’aurais sans doute jamais su. Je suis positif, je suis fort, le moral est bon, celui de ma famille aussi. Je suis positif, nous ressortirons collectivement plus forts de cette épreuve, elle va nous apprendre à mieux nous connaitre, à être plus solidaires, plus généreux, meilleurs. Je vous remercie pour vos messages d’amitié et de soutien. Restons disciplinés et unis pour pouvoir bientôt faire des câlins à nos enfants, prendre nos parents dans les bras, checker nos frères et soeurs et célébrer des buts avec nos coéquipiers. Je suis positif, nous allons le faire. Blaise ____ Sono positivo. Abitualmente amo pensare che sono positivo perché sono una persona che cerca di irradiare buone sensazioni attorno a sé, alla mia famiglia, ai miei amici ai miei compagni. Oggi resto positivo. Sono portatore asintomatico del virus, cosciente di avere il privilegio di essere un calciatore professionista e di beneficiare per questo motivo di un monitoraggio sanitario regolare e eccellente. Se non lo fossi stato, forse non avrei mai saputo di esserlo. Sono positivo, sono forte, il mio morale é alto come quello della mia famiglia. Sono positivo, usciremo collettivamente più forti da questa prova, che ci insegnerà a conoscerci meglio, a essere più solidali, più generosi, migliori. Ringrazio tutti voi per i vostri messaggi di amicizia e di sostegno. Restiamo disciplinati e uniti per poter presto tornare a fare le coccole ai nostri figli, abbracciare i nostri genitori, dare la mano ai nostri fratelli e sorelle e festeggiare i gol con i nostri compagni. Sono positivo, ce la faremo. Blaise

Un post condiviso da Blaise Matuidi Officiel (@blaisematuidiofficiel) in data: