Karl-Heinz Rummenigge (Photo by Alexander Hassenstein/Bongarts/Getty Images)
Karl-Heinz Rummenigge (Photo by Alexander Hassenstein/Bongarts/Getty Images)

Nonostante l’emergenza Coronavirus, la Bundesliga ha deciso di proseguire con un altro turno di campionato prima di sospendere le partite. Una decisione che ha raccolto pareri differenti, principalmente negativi, ma non quello di Karl-Heinz Rummenigge.

Il CEO del Bayern Monaco ha espresso così la sua opinione in proposito: «Ha senso che si giochi la prossima giornata, dal momento che è un fatto che riguarda l’aspetto finanziario. Ci sono in ballo i pagamenti dei diritti tv che, se non dovessero essere erogati, creerebbero difficoltà economiche ai piccoli club».

«Finora – ha aggiunto Rummenigge – nessun giocatore della Bundesliga è risultato positivo al Coronavirus, questa è la differenza rispetto ad altri campionati o sport», la spiegazione dell’amministratore delegato a sostegno della propria tesi.

«Ascoltiamo le raccomandazioni e le linee guida della politica in modo responsabile. Le partite a porte chiuse sono strane, ma il calcio può aiutare in questo momento di panico offrendo alle persone qualcosa a cui sono abituati. Ci dovesse essere anche un solo caso, allora dovremmo occuparcene», ha concluso.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here