rinvio Gran Premio Austin MotoGp
Piloti MotoGp in pista (Foto Vincent Guignet / Panoramic / Insidefoto)

rinvio Gran Premio Austin MotoGp. Non sembra esserci davvero pace per il Motomondiale 2020. Dopo la partenza a ritmo ridotto in Qatar, a cui hanno preso parte solo la Moto2 e la Moto3 solo perché piloti e addetti ai lavori delle due classi si trovavano già a Losail per i test prestagionali, cresceva l’attesa per quello che sarebbe dovuto essere il primo appuntamento per la classe regina. La prima data utile sarebbe stato il prossimo 5 aprile, in considerazione del rinvio già deciso della seconda tappa, in Thailandia.

La città degli Stati Uniti, però, proprio nelle ultime ore aveva proclamamato lo “stato di calamità locale”, indetto a causa dell’emergenza da Coronavirus ormai diventata planetaria. Questo ha così spinto il governo a proibire gli eventi con più di 2.500 persone, a meno che l’organizzazione non assicuri il dipartimento di Salute Pubblica sui rischi di contagio.

Ora la decisione ufficiale. Il Gran Premio delle Americhe è stato rinviato: la tappa in Texas verrà recuperata il 15 novembre, quando era in programma il GP di Valencia, l’ultimo della stagione, che slitta così di una settimana. Per vedere la MotoGP in pista bisogna aspettare fino al 19 aprile, quando sul tracciato di Termas de Rio Hondo prenderà il via il GP d’Argentina, gara per ora confermata dagli organizzatori. R