(Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Duro sfogo di Rocco Commisso al termine di Juventus-Fiorentina, gara terminata per 3-0 a favore della Juventus, grazie a due rigori trasformarti da Cristiano Ronaldo e da un gol a tempo ormai scaduto di Matthijs de Ligt.

«Io credo che la Juventus, che è la squadra che paga 350 milioni di ingaggi ai propri calciatori, non abbia bisogno dell’aiuto degli arbitri. Lasci che le partite si vincano e si perdano in campo, non tramite i regali che le fanno gli arbitri», ha affermato Commisso contestando pesantemente l’arbitraggio del signor Pasqua e in particolare la concessione del secondo rigore ai bianconeri.

«Il primo rigore ci può stare il secondo no», ha aggiunto Commisso, che ha preso una posizione durissima riguardo all’atteggiamento della classe arbitrale nei confronti della società viola.

«Sono qui da sette mesi e non ho mai parlato degli arbitri, ma oggi sono scoppiato. Sono disgustato da quello che ho visto oggi, ma pure da ciò che ho visto la settimana scorsa col Genoa o con l’Inter», ha osservato il numero uno della Fiorentina, «Non si può andare avanti così. Non è giusto che il calcio italiano si comprometta così, perché il nostro calcio è visto in tutto il mondo. Non si può andare avanti così, con queste partite che sono decise dall’arbitraggio».

La risposta di Nedved alle parole di Commisso

Alle parole di Commisso ha replicato il vicepresidente della Juventus, Pavel Nedved: «Abbiamo vinto meritatamente, abbiamo messo qualcosina in più. Non voglio rispondere a Commisso, ha il mio rispetto ma si sta usando troppo il fatto che la Juventus non vinca con merito. Siamo stufi, la Juve vince facendo tutto sul campo perciò dobbiamo smetterla di tirare in mezzo gli arbitri».

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here