(Photo by Gareth Copley/Getty Images)

Il Newcastle United potrebbe essere presto rilevato dal fondo sovrano dell’Arabia Saudita Public Investment Fund (PIF). Lo scrive il “Wall Street Journal”, spiegando che il fondo è il partner principale in relazione all’ultima offerta di acquisto ricevuta dal club inglese.

Il “Guardian” ha spiegato che l’accordo – che valuta il club inglese 340 milioni di sterline – è «certo al 90%». Amanda Staveley, che assieme ad altri investitori (il marito Mehrdad Ghodoussi e David e Simon Reuben) rientra nell’affare, ha costituito il 6 gennaio la società PZ Newco, per facilitare un potenziale investimento. PZ si riferisce “Progetto Zebra”, il nome in codice per l’operazione di acquisizione del Newcastle.

Staveley dovrebbe rilevare una quota del 10% nell’accordo finale, mentre non è chiaro l’esatto livello di coinvolgimento del fondo saudita. La famiglia Reuben dovrebbe invece accaparrarsi il 20%, stando a quanto riportato da “The Athletic”.

La due diligence sarebbe già stata completata e sono in corso colloqui avanzati da mesi. Il coinvolgimento del PIF rimane comunque controverso a causa delle violazioni dei diritti umani in Arabia Saudita, delle gravi mancanze nel riconoscimento dei diritti delle donne, della violenta repressione dei media e della sua associazione con il fondamentalismo islamico.

A tal proposito, Amnesty International è intervenuta sostenendo che l’operazione è un chiaro tentativo di “sportswashing”, ovvero utilizzare eventi od operazioni legate allo sport per nascondere problemi più grandi. In particolare, secondo l’organizzazione questo sarebbe un cinico tentativo di usare la Premier League per mascherare il mancato rispetto dei diritti umani fondamentali all’interno del Paese.

Commentando le notizie secondo cui il Newcastle potrebbe essere rilevato dal fondo sovrano dell’Arabia Saudita, Felix Jakens, Head of Campaigns di Amnesty International UK, ha affermato che l’acquisizione non è una grande sorpresa. «L’Arabia Saudita è famosa per i suoi tentativi di “sportswashing”, cercando di usare il glamour e il prestigio dello sport di alto livello come strumento di pubbliche relazioni per distrarre dall’abissale mancanza di rispetto dei diritti umani nel Paese», spiegano dall’organizzazione.

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO