(Photo by Juan Manuel Serrano Arce/Getty Images)

Spesa trasferimenti 2019 – La FIFA ha pubblicato il “Global Transfer Market Report 2019”, uno studio che si occupa di analizzare il mercato dei trasferimenti internazionali nell’anno appena terminato. Come per le precedenti edizioni, anche per il 2019 l’analisi ha fatto registrare una crescita nella spesa totale da parte dei club.

In particolare, il dato relativo allo scorso anno ha fatto registrare investimenti per 7,35 miliardi di dollari, una crescita del 5,9% rispetto al dato del 2018 (6,94 miliardi di dollari). Il report dello scorso anno riporta per il 2018 una spesa di 7,03 miliardi, una differenza dovuta ad un cambio di metodologia nella realizzazione dell’analisi da parte della FIFA, con lo scorporo della voce relativa alle indennità di formazione.

In totale, i calciatori coinvolti in operazioni di trasferimento nel 2019 sono stati 18.042, circa 1.500 in più rispetto all’anno precedente, con la maggior parte che si è mossa nei mesi tra luglio e agosto (8.600 circa). Di questi, il 64,3% si è trasferito a contratto scaduto, il 13,5% in prestito e solamente l’11,6% a titolo definitivo.

Il totale della spesa riguarda solamente il 14,88% di tutti i trasferimenti internazionali che sono stati portati a termine nel 2019. Il restante 84,9% si è infatti realizzato senza il pagamento di un indennizzo. Dei calciatori per i quali sono stati effettuati investimenti, sono 656 quelli per cui si è speso tra 1 e 10 milioni di dollari e 176 quelli per cui sono stati spesi oltre 10 milioni.

Per quanto riguarda gli spostamenti dei calciatori, la UEFA fa da padrona. Sono 10.305 i giocatori che si sono mossi per trasferirsi in club appartenenti alla federazione europea. Di questi, 375 sono arrivati in Italia (-3,4% sul 2018), l’unico dei top 5 Paesi europei che ha fatto registrare un calo rispetto all’anno precedente.

Tornando alla spesa sostenuta per i trasferimenti, l’Inghilterra rimane salda in testa e stacca tutte le altre associazioni con oltre 1,5 miliardi di dollari (in calo del 22,1% rispetto agli 1,98 miliardi spesi nel 2018). Segue la Spagna con 1,28 miliardi di dollari (-4,2% di spesa sul 2018) e completa il podio l’Italia: 873 milioni di dollari (+5,2% sul 2018). A chiusura della top 5, boom di spesa per Germania e Francia, che fanno registrare rispettivamente 686,4 (+42,9%) e 684,2 (+47,5%) milioni di dollari investiti.

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO