(Photo credit should read OSCAR DEL POZO/AFP via Getty Images)

Il tanto atteso Clasico del 18 dicembre potrebbe essere nuovamente a rischio. Il gruppo di protesta catalano “Tsunami Democratic” ha annunciato una mobilitazione per boicottare la sfida tra Barcellona e Real Madrid, già rinviata lo scorso 26 ottobre a causa dei disordini legati all’indipendentismo della Catalogna.

Il gruppo ha pubblicato un nuovo comunicato questo martedì, convocando i sostenitori dell’indipendenza in quattro punti strategici per l’accesso allo stadio a partire dalle 16 del 18 dicembre, quattro ore prima dell’inizio della partita.

Per tentare di realizzare l’iniziativa, la protesta di Tsunami Democratic si concentrerà su Avenida Juan 23 all’altezza della Masia, su Avenida Juan 23, all’angolo con Arístides Maillol (dove si trovava il Mini Estadi), in Aristides Maillol, all’angolo con Travessera de les Corts, e in Travesera de les Corts, all’angolo con Elisabeth Eidenbenz.

«In questo momento una parte importante della popolazione catalana è discriminata per questioni ideologiche. Né può esercitare diritti fondamentali senza subire repressione, né può esercitare il proprio diritto all’autodeterminazione. Inoltre, decine di persone sono finite in carcere semplicemente per esercitare e promuovere questi diritti», si legge in una nota del gruppo.

Secondo la piattaforma già 18.000 persone hanno aderito alla protesta via web, «per partecipare alle azioni previste per una giornata che sarà seguita da 650 milioni di telespettatori in tutto il mondo». Una cassa di risonanza che TD vuole sfruttare a tutti i costi.

Oltre alla protesta attorno al Camp Nou sono previste diverse azioni, ancora non rese pubbliche, all’interno dello stadio. Sempre che la partita si giochi regolarmente. Al momento da parte delle forze dell’ordine non c’è stata alcuna risposta sul dispositivo di sicurezza preparato per la gara tra le due big della Liga, al momento appaiate in cima alla classifica.

GUARDA BARCELLONA-REAL MADRID SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here