Il Chelsea ora spera di vedersi sbloccare il mercato già a gennaio. Il club inglese infatti si attende un verdetto entro tre settimane per il ricorso in appello al Tas contro la decisione da parte della Fifa di bloccare il mercato per aver infranto le regole di trasferimento dei giovani.

Il Tribunale Arbitrale dello Sport ha infatti dichiarato, dopo un’audizione mercoledì in Svizzera, che la decisione sul ricorso è prevedibile possa arrivare nella prima metà di dicembre. La finestra del calciomercato si aprirà il prosssimo 1 gennaio, il che significa che il Chelsea sarebbe in grado di acquistare nuovamente i giocatori entro poche settimane se l’appello avrà successo. Il Chelsea ha già scontato metà del suo divieto di un anno di registrare nuovi giocatori durante la finestra estiva.

Il club di Stamford Bridge sta mettendo in discussione i verdetti dei comitati disciplinari e di appello della FIFA secondo cui i Blues erano stati colpevoli di 150 violazioni delle regole a protezione dei minori. Quei casi hanno coinvolto circa 70 giocatori.

Il Chelsea ha anche infranto le regole che vietano l’influenza di terzi sui giocatori. La FIFA ha inflitto un’ammenda di 600.000 franchi svizzeri. Il club tuttavia ha sempre negato qualsiasi illecito.

Il calendario di questo caso è simile all’appello di Barcellona del 2014, quando il TAS aveva confermato il blocco del mercato il 30 dicembre, quasi quattro settimane dopo l’audizione del club a Losanna.

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO