È convocata per lunedì 2 dicembre alle 12 l’assemblea della Lega di Serie A per l’elezione del nuovo presidente, in sostituzione di Gaetano Miccichè, che si è dimesso nel pomeriggio. L’assemblea è stata convocata dall’amministratore delegato, Luigi De Siervo

Non essendo mai stato nominato un vicepresidente, che avrebbe fatto da reggente, De Siervo ha così scelto convocare la nuova assemblea elettiva nel giro di poche ore, come previsto dallo statuto della Lega (“senza indugio”). Il nuovo presidente sarà comunque in carica per poco più di un anno (nel 2021 inizia il quadriennio olimpico) e quindi si annuncia più come un traghettatore. Solo di fronte a uno stallo sull’elezione, da statuto Figc, il Consiglio federale potrebbe nominare un commissario.

Tuttavia, secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, è scontro tra De Siervo e la stessa Figc di Gravina, che nel tardo pomeriggio di ieri ha infatti convocato per domani un Consiglio federale con al centro proprio il caos in Serie A. La volontà della Figc è quella di intervenire sui principi informatori in modo da consentire alla Lega di adeguare il proprio Statuto e andare a nuove elezioni, attraverso la nomina di un commissario ad acta che dovrebbe essere Mauro Cicala, presidente dell’Organismo di vigilanza della Figc e membro di quello della Lega.

La modifica dello statuto tuttavia dovrebbe richiedere più dei 10 giorni che passeranno tra la decisione del Consiglio federale e l’assemblea di Lega del 2 dicembre, con un forte rischio stallo. Senza considerare che lunedì gli stessi club della Serie A si riuniranno per analizzare in assemblea la proposta di Mediapro sui diritti tv, con il voto che rischia ulteriormente di slittare vista la situazione post dimissioni di Miccichè.

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here