Il logo della Roma (Foto Andrea Staccioli / Insidefoto)

La Roma vola in Borsa dopo le indiscrezioni relative a un possibile ingresso dell’americano Dan Friedkin nel capitale della società giallorossa, come partner dell’attuale presidente James Pallotta o addirittura come nuovo azionista di maggioranza. Il titolo, dopo una lunga sospensione in asta di volatilità, ha chiuso in rialzo del 16,6% a 0,589 euro.

Un exploit di tutta rilevanza, che ha riportato il titolo del club giallorosso oltre livelli che non venivano raggiunti dall’aprile 2018. Alti numeri allo stesso modo anche per volumi: oltre 4,67 milioni di azioni scambiate, su una media degli ultimi tre mesi pari a circa 500mila azioni. Come crescita percentuale in una singola giornata, si tratta addirittura della 27esima miglior prestazione quotidiana per le azioni della Roma dalla quotazione nel maggio 2000.

Una giornata in cui il titolo è volato spinto dalle indiscrezioni relative all’operazione Friedkin, che hanno portato anche la Consob a richiedere informazioni. La società giallorossa ha così confermato, in un comunicato reso noto a Borsa chiusa, che sono in corso “contatti preliminari con potenziali investitori al fine di permettere loro di valutare l’opportunità di un possibile investimento in a.s. ROMA Spv Llc”, si legge nella nota.

Secondo le indiscrezioni, che hanno spinto il titolo dei giallorossi in Borsa, la compagnia texana The Friedkin Group, guidata dall’imprenditore Dan Friedkin e con base a Houston, è pronta a coprire per intero il futuro aumento di capitale: si parla quindi di 150 milioni di euro che renderebbero l’imprenditore Usa il socio di minoranza di Pallotta. L’ipotesi, tuttavia, è che la scalata non si fermi ad una quota di minoranza, ma possa addirittura salire fino a prendere in mano il contro della società giallorossa.

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here