Victor Lindelof, Scott McTominay ed Harry Maguire con la maglia del Manchester United (Photo by OLI SCARFF/AFP via Getty Images)

Ricavi previsti in forte calo e debiti in crescita: sono questi i principali dati che emergono dal primo trimestre della stagione 2019/20 per il Manchester United. Il club inglese ha infatti reso noti oggi i dati del periodo chiuso al 30 settembre 2019, con una previsione in forte calo per quanto riguarda il fatturato.

Nel dettaglio, i primi tre mesi della stagione sono risulati essere sostanzialmente in linea con l’annata 2018/19 per i Red Devils, con ricavi per 135,4 milioni di sterline (135 milioni nel 2018/19): i ricavi commerciali sono saliti di 4,5 milioni a 80,4 milioni, di cui 53,6 milioni (+8%) legati agli sponsor e 26,8 milioni (+1,9%) legati a retail e merchandising, mentre i ricavi da diritti tv sono calati a 32,9 milioni (23,1%) per la mancata partecipazione alla Champions League e i ricavi da matchday saliti a 22,1 milioni (+35,6%) grazie al maggior numero di partite in casa giocate.

Per quanto riguarda i costi, a livello complessivo sono caliti di 7,1 milioni a 136,4 milioni (-4,9%): i costi per il personale sono stati pari a 70,2 milioni (-8,8%) per effetto del calo relativo agli stipendi dei giocatori vista la mancata partecipazione alla Champions League. L’Adjusted EBITDA è stato pari a 34,8 milioni (+18,4%), mentre il risultato netto del periodo è stato positivo per 1,1 milioni (-83% rispetto al +6,6 milioni del 30 settembre 2018). Il mercato estivo, invece, ha fatto salire i debiti a 384,5 milioni, pari a +55% rispetto ai 247,2 milioni del 30 settembre 2019.

La mancata partecipazione alla Champions League influirà tuttavia sui ricavi soprattutto a fine stagione: il Manchester United prevede infatti ricavi complessivi al termine del 2019/20 in un range tra i 560 e i 580 milioni di sterline, con un adjusted EBITDA tra 155 e 165 milioni. Dal punto di vista del fatturato un calo pesante, considerando i 627,1 milioni in ricavi nella stagione 2018-19.

Ed Woodward, Vicepresidente esecutivo, ha commentato: “Abbiamo una visione chiara in termini di filosofia e acquisti. I significativi investimenti che abbiamo fatto negli ultimi anni in settori quali trasferimenti, infrastrutture di reclutamento, analisi e la nostra Academy stanno già iniziando a dare i suoi frutti. Siamo molto orgogliosi di avvicinarci a breve a una pietra miliare, ovverosia la 4.000 partita con un giocatore dell’Academy in campo, e siamo particolarmente ottimisti per quanto riguarda il considerevole giovane talento che sta crescendo. Il nostro obiettivo finale è vincere trofei giocando a calcio in maniera entusiasmante con una squadra che fonde giocatori della nostra Accademia con acquisti di livello mondiale”.

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here