(Photo by Denis Doyle/Getty Images)

La Liga spagnola ha ricevuto un altro “no” ai suoi piani di internazionalizzazione. Il tribunale commerciale n. 12 di Madrid ha ha accolto il ricorso della Federazione (Rfef) sullo spostamento a Miami di Villarreal-Atletico Madrid, gara in programma il 6 dicembre prossimo.

L’incontro dunque non si disputerà negli Stati Uniti, perché nonostante l’organizzazione delle gare spetti alla Liga, il torneo fa capo alla Rfef, della quale serve dunque l’autorizzazione. L’ente presieduto da Javier Tebas ha sottolineato in un comunicato «il massimo rispetto per una decisione che non pregiudica il merito della questione, che sarà risolta nell’udienza finale del prossimo febbraio 2020».

In altre parole, come riporta “Palco 23”, il giudice non ha stabilito che la Liga non possa giocare partite ufficiali al di fuori della Spagna, poiché tale risoluzione sarà nota a febbraio. Allo stesso modo, il datore di lavoro ha spiegato che la sua intenzione di disputare partite al di fuori del Paese fa parte di «una strategia a lungo termine per la crescita internazionale, quindi speriamo che da quella data la Liga possa organizzare un match ufficiale fuori dai nostri confini».

Queste azioni di internazionalizzazione fanno parte di un accordo tra la Liga e Relevent negli Stati Uniti, il quale prevedeva una partita ufficiale del massimo torneo spagnolo negli USA a stagione. In particolare, la Liga sostiene che «avvicinare i club ai propri fan globali rappresenta un’importante opportunità per connettersi con loro e continuare a lavorare per la crescita del torneo in tutto il mondo».

Al contrario, la Rfef sostiene che questo tipo di misure risente del rapporto con i fan locali, impossibilitati a vedere la partita della propria squadra allo stadio. La scorsa stagione la Liga ha tentato di organizzare la partita tra Girona e Barcellona negli Stati Uniti, ma la Federazione non ha ugualmente accettato la proposta.

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here