Una formazione del Napoli (Photo Cesare Purini / Insidefoto)

Il Napoli passa all’attacco nei confronti dei propri giocatori. Il club partenopeo ha infatti pubblicato un comunicato ufficiale per commentare la decisione della squadra di abbandonare il ritiro, deciso dal patron De Laurentiis, dopo il pareggio per 1-1 contro il Salisburgo ieri sera.

“La Società comunica che, con riferimento ai comportamenti posti in essere dai calciatori della propria prima squadra nella serata di ieri, martedì 5 novembre 2019, procederà a tutelare i propri diritti economici, patrimoniali, di immagine e disciplinari in ogni competente sede”, si legge nella nota del club.

“Si precisa inoltre di aver affidato la responsabilità decisionale in ordine alla effettuazione di giornate di ritiro da parte della prima squadra all’allenatore della stessa Carlo Ancelotti. Infine comunica di aver determinato il silenzio stampa fino a data da definire”, conclude il Napoli nel comunicato pubblicato sul sito.

I calciatori del Napoli, spiega l’Ansa, hanno lasciato il centro tecnico dei Castel Volturno al termine del pranzo post allenamento a cui hanno preso parte con la squadra il tecnico Carlo Ancelotti, il suo staff e il direttore sportivo Cristiano Giuntoli. I giocatori poi hanno lasciato il centro tecnico ognuno con la propria auto, così come erano arrivati stamattina. A Castel Volturno sono rimasti Ancelotti con il suo staff tra cui il figlio Davide, suo vice, a il ds Giuntoli: secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, anche la posizione dello stesso tecnico sarebbe in bilico.

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO

1 COMMENTO

  1. Situazione imbarazzante.
    A memoria non ricordo negli ultimi 30 anni una situazione simile.
    Da un lato i calciatori hanno sbagliato di grosso. Se la societa’ dice che devono andare in ritiro, ci vanno e basta.
    Dall’altra il presidente ADL ha tirato troppo la corda, e ora potrebbe essersi spezzata.
    Il Napoli e’ stato una gallina dalle uova d’oro per ADL ma ora sta rischiando di buttare tutto il grande lavoro fatto dai sui collaboratori. Il Napoli ha sfidato colossi molto piu grandi con pochi mezzi ma tante idee e una gestione virtuosa. Ha sempre reso il 110% di quello che poteva dare.
    Ora cosa succedera’? Rifondazione? Davvero vuole ripartire da zero?
    Con questa situazione, a meno di miracoli, Mertens e Callejon si svincoleranno in estate.
    Allan, Insigne e Kulibaly vogliono partire per andare a guadagnare molto di piu, ma i risultati non esaltanti e questa situazione svalutano il valore dei cartellini.
    Morale, mi dispiace per i tifosi del Napoli, che dopo anni di soddisfazioni, si devono subire questo.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here