Nuovo San Siro assemblea – Milan e Inter il prossimo 8 ottobre parteciperanno a un’assemblea pubblica presso la sede del Municipio 7 di Milano per confrontarsi con i cittadini sui progetti presentati per il nuovo stadio a San Siro. Lo rende noto Marco Bestetti, Presidente del Municipio 7.

«Ho sempre sostenuto – ha sottolineato Bestetti – che i cittadini debbano potersi esprimere su un intervento così impattante che riguarda lo stadio di San Siro, un monumento nazionale di proprietà dei milanesi, e tutta l’area circostante. Questo incontro pubblico sarà l’inizio di un confronto aperto e trasparente con i milanesi per entrare nel merito di tutti gli aspetti più contestati del progetto».

Come ormai noto, i due club milanesi hanno svelato la scorsa settimana i progetti per la realizzazione di un nuovo stadio per Milano. In gara sono rimasti lo studio americano Poulous, con “La Cattedrale” e lo studio Manica-Cmr Sportium con “Gli anelli di Milano”.

Nonostante i progetti siano stati presentati, resta comunque sullo sfondo la possibilità che non venga concesso il via libera alle due società. Per questo motivo Milan e Inter continuano a guardarsi intorno senza tralasciare altre possibilità, come quella delle aree ex Falck a Sesto San Giovanni.

SEGUI GENOA-MILAN LIVE E IN ESCLUSIVA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO MESE GRATIS ENTRO IL 6/10/2019

2 COMMENTI

  1. Suggerisco alle due squadre milanesi di costruire il nuovo stadio in Svizzera. È vicina e accoglierebbe credo a braccia aperte questo splendido progetto che creebbe migliaia di posti di lavoro. Milan e Inter stanno solo perdendo prezioso tempo e risorse. In tutto questo se la ride la Juventus che grazie allo stadio di proprietà dominerà almeno per i prossimi 15 anni in Italia e se la giocherà in Europa.

  2. Marco Spinelli. Ma vadano a Sesto S.giovanni a farsi questo nuovo stadio e relativa cittadella dello sport e lascino lì Sansiro come stadio di riserva, coabitare in affitto è un conto in comproprietà è un altro paio di maniche,in caso di contrasti ci sarebbe subito pronta la soluzione a portata di mano e ognuna avrebbe un suo stadio dove giocare, cosa che del resto sarebbe la soluzione più logica nell’ottica del Calcio dei nostri tempi.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here