(Photo credit should read LOIC VENANCE/AFP/Getty Images)

Cardiff ricorso Emiliano Sala – Il Cardiff City ha deciso di ricorrere in appello contro la sentenza della FIFA che gli ha imposto il pagamento della prima rata da 6 milioni di euro, per il trasferimento dal Nantes di Emiliano Sala. Il calciatore argentino è tragicamente deceduto il 21 gennaio a seguito di un incidente aereo, nei giorni in cui stava completando il passaggio dal club francese a quello gallese.

Nonostante la FIFA gli abbia imposto il pagamento, come spiega la BBC il Cardiff presenterà ricorso davanti al Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna, in Svizzera. La diatriba tra le due società è nata poco dopo il decesso del giocatore, con il Cardiff che ha sempre sostenuto di non dover corrispondere nulla ai francesi, poiché al momento della morte Sala non era ancora ufficialmente un tesserato della società gallese.

In particolare, i Bluebirds ritengono che il trasferimento sia nullo, affermando che la Premier League aveva respinto alcune clausole volute dal Nantes e presenti nel contratto originale, e che Sala non aveva mai avuto la possibilità di rivedere e firmare la versione finale dell’accordo.

Al contrario, il club francese ha sostenuto che dopo aver firmato con il Cardiff, il contratto di Sala con il Nantes poteva considerarsi estinto e che il cartellino del giocatore fosse a tutti gli effetti di proprietà della società gallese.

Resta ora da capire se il Cardiff si dovrà arrendere al versamento della somma relativa alla prima rata, o se il ricorso sarà accolto. Nel frattempo, la BBC ha anche appreso che la seconda rata per il trasferimento (cifra totale di 15 milioni di sterline) dovrebbe essere pagata nel gennaio del 2020.

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO MESE GRATIS ENTRO IL 6/10/2019