milan cinesi san siro
Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala (Insidefoto.com)

San Siro si riempie per le gare di Milan e Inter, e sugli spalti non mancano nemmeno i politici milanesi. Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, solo nove tra consiglieri e assessori non hanno beneficiato nemmeno di un biglietto omaggio, oltre al sindaco Beppe Sala.

Sono stati complessivamente 5.403 i biglietti omaggio regalati ai politici milanesi per le 49 partite di San Siro tra Inter e Milan e per i 12 concerti della stagione estiva. Ogni rappresentante istituzionale ha infatti a disposizione non più di due tagliandi per evento, come accordo tra le due società milanesi e il Comune. E i tagliandi che non vengono ritirati, vengono girati a diverse associazioni.

Il gruppo di chi ha rinunciato ai biglietti è formato dai tre eletti del Movimento cinque stelle, insieme a  Carlo Monguzzi (Pd), Mariastella Gelmini (Forza Italia) e il presidente dell’aula Lamberto Bertolé (Pd). Per quanto riguarda la giunta, sono invece tre gli assessori a quota zero: Marco Granelli (Ambiente), Lorenzo Lipparini (Partecipazione) e Cristina Tajani (Lavoro).

«Siamo riusciti ad ampliare la platea delle associazioni a cui girare i biglietti non ritirati, da 40 a 71. E quest’ anno vogliamo fare ancora di più», ha spiegato Bertolè, presidente del Consiglio comunale, al Corriere della Sera. «Non beneficiare dei biglietti è una mia decisione, un piccolo segnale di sobrietà, ma senza minimante puntare il dito contro chi allo stadio ci va. In ogni caso sia chiaro: i consiglieri comunali non sono certo la casta».

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO MESE GRATIS

2 COMMENTI

  1. Avete capito perchè in Italia i comuni non mollano i loro stadi? Perchè un politico dovrebbe autorizzare la costruzione di stadi privati o privatizzare stadi comunali e quindi rinunciare a questi benefici per se stesso e per le persone vicine? Le colpe sono anche delle società perchè scendono a patti di questo tipo. Quali sarebbero poi le assoiazioni che beneficiano delle rimanenze nessuno lo sa e soprattutto perchè loro possono andare gratis allo stadio e i poveri disgraziati non possono permettersi nemmeno di vedere le partite alla tv?

  2. Non m risulta che questi signori non godano gia di un signor stipendio, perciò non vedo perché non debbano pagare il biglietto. Ai tifosi vorrei dire che tutta questa assurda beneficenza se la dovranno pagare loro con il prezzo biglietto aumentato.
    Dicono che non sono la casta ma è un distinguo affinchè diventino parte della casta.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here