La sede della Fifa (Foto Steffen Schmidt/Insidefoto)

La Fifa è al lavoro con le autorità iraniane affinché sia varata la riforma della legge che, dal 1979, impedisce alle donne di assistere dal vivo alle partite di calcio. Lo ha detto il presidente Gianni Infantino, che ha parlato con il suo omologo della federcalcio iraniana, Mehdi Taj, il quale ha assicurato che “la questione è stata presa in carico direttamente dal Ministro dello sport e della gioventù”.

Lo scorso novembre alcune donne hanno potuto seguire allo stadio di Teheran la finale della Champions asiatica, a cui ha assistito lo stesso Infantino, e ora la Fifa vorrebbe risolvere la questione, e che le donne possano andare a tifare, prima dell’inizio delle qualificazioni mondiali dell’Asia: la prima data in cui l’Iran giocherà in casa è il 10 ottobre, giorno della sfida contro la Cambogia. Successivamente l’Iran tornerà ad esibirsi davanti ai suoi sostenitori il 26 marzo del 2020, contro Hong Kong.

Nei mesi scorsi lo stesso Infantino aveva scritto all’Iran per aprire gli stadi alle donne. «Sono stato in grado di assistere a progressi reali e tangibili in merito alla partecipazione delle donne nel calcio», ha scritto Infantino al presidente della federazione di calcio iraniana Mehdi Taj, in una lettera ottenuta dalla Associated Press.

«Il fatto che questi importanti primi passi siano stati fatti e che sono stato in grado di testimoniarlo personalmente – ha proseguito Infantino –, rende ancora più deludente il fatto che non sia stato possibile mantenere lo slancio positivo e continuare con progressi simili».

Infantino ha sottolineato in particolare quanto accaduto in un’amichevole del 6 giugno tra Iran e Siria quando «i cancelli erano chiusi alle spettatrici e quando, sembrerebbe, un certo numero di donne che cercavano di partecipare alla partita sono state trattenute dalle forze dell’ordine per un certo numero di ore».

SEGUI LE AMICHEVOLI ESTIVE SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here