San Siro (Photo by Dan Istitene/Getty Images)

San Siro test oscillazioni – San Siro regge l’onda d’urto dei fan di Vasco Rossi. E’ questo l’esito della doppia prova alla quale è stato sottoposto il “Meazza”, che non ha tremato sotto la pressione dei 60.000 spettatori che hanno affollato lo stadio in ciascuna delle prime due date del tour, il primo e il 2 giugno.

Come riporta “Il Corriere della Sera”, il test non è però ancora finito, e a breve sarà ripetuto con altri quattro appuntamenti ravvicinati: il 6 e il 7 giugno, e poi di nuovo l’11 e il 12. I quasi cento sensori sparsi in ogni angolo dell’impianto non hanno tuttavia registrato alcuna anomalia in questa due giorni.

Anzi, l’ampiezza delle vibrazioni captate dalla rete tecnologica sarebbe stata nell’ordine di un decimo di quelle percepite il 7 aprile. Quel giorno Inter e Atalanta si sono sfidate, e il terzo anello ha traballato di due centimetri abbondanti, da una parte e dall’altra, sotto il peso dei salti dei tifosi. Un’anomalia che ha spinto il Comune, proprietario dello stadio, e i club a far supervisionare le oscillazioni del Meazza.

Supervisione affidata – oltre che ai tecnici del Politecnico di Milano che seguono questo dossier da oltre un decennio –, anche a Gian Michele Calvi, ordinario di tecnica delle costruzioni dell’università Iuss di Pavia considerato tra i massimi esperti mondiali in materia, in collaborazione con l’ingegnere Fabrizio Bozzi dello studio “Sce Project”. Bisogna capire se serviranno contromisure per aumentare le performance del Meazza nel gestire questo tipo di sollecitazioni.

Intanto, a proposito di San Siro, è slittato l’incontro tra l’amministrazione comunale, Milan e Inter, che avrebbe dovuto vedere sul tavolo della discussione il dossier stadio. Il vertice potrebbe essere programmato per settimana prossima, con i due club che si presenteranno di fronte al sindaco Sala per ribadire la loro volontà di costruire un nuovo impianto, ritenendo impossibile riqualificare il “Meazza”.

SEGUI LE PARTITE DELLA JUVE SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here