dove vedere finale Champions League Tottenham-Liverpool Tv streaming
Il trofeo della Champions League (Photo credit should read LLUIS GENE/AFP/Getty Images)

Ricavi Champions League 2019 2020 – Atalanta e Inter salgono all’ultimo sul treno Champions: le due nerazzurre hanno completato il quadro delle squadre italiane qualificate per la prossima edizione dell’ex Coppa Campioni, aggiungendosi a Juventus e Napoli. Un risultato che garantirà ricavi importanti per tutti e quattro i club della Serie A.

In attesa di ulteriori conferme sulle modalità di distribuzione dei premi e soprattutto della definitiva composizione delle 32 squadre dopo il playoff, si possono già fare le prime stime riguarda i possibili ricavi delle squadre italiane.

La certezza sono i 15,25 milioni di euro garantiti dalla partecipazione per ciascun club, così come la Juventus è certa del sesto posto e dei circa 28,7 milioni di euro derivanti dal ranking storico. Per le altre italiane, dipenderà dai playoff e dalla finale di Europa League: l’Inter ad oggi è 16esima con 18,7 milioni (ma può scendere in 21esima posizione in caso di qualificazione di Ajax, Lione, Porto e Arsenal ai gironi, con ricavi per 14,4 milioni), il Napoli è 17° con 17,7 milioni (come l’Inter può perdere quattro posizioni, scendendo a 13,3 milioni) mentre chi rischia grosso è l’Atalanta, oggi 25esima e ultima con il forte rischio di scendere fino alla 32esima piazza che vale 1,1 milioni di euro (ben 18 squadre tra quelle che giocheranno i playoff sarebbero davanti ai nerazzurri nel ranking in caso di qualificazione ai gironi, senza considerare l’Atalanta).

Altra certezza riguarda la prima quota del market pool, in base alla classifica della scorsa Serie A: la Juventus incasserà il 40% (10 milioni, considerando il totale di 25 milioni), il Napoli il 30% (7,5 milioni), l’Atalanta il 20% (5 milioni) e l’Inter il 10% (2,5 milioni).

Il market pool dipende direttamente dalle spese dei singoli broadcaster paesi per paesi per i diritti tv: nel dettaglio, in Italia le sfide vengono trasmesse da Sky, con gare tuttavie trasmesse anche in chiaro, come succederà per la finale di Madrid di quest’anno che sarà sulla Rai.

Per quanto riguarda la seconda parte del market pool, nella nostra simulazione abbiamo voluto prendere in considerazione l’ipotesi “peggiore” per ciascuna squadra, in modo da valutare quali possano essere i ricavi minimi per club. In tal senso, per la seconda parte market pool abbiamo considerato quindi per ciascuna squadra l’ipotesi di eliminazione ai gironi con due italiane in finale e una in semifinale (in modo da ridurre al minimo i ricavi della seconda parte del market pool) che varrebbe 3,4 milioni, mentre per Napoli, Atalanta e Inter abbiamo considerato l’ipotesi della peggior posizione nel ranking storico, ovverosia 21esima, 32esima e 20esima posizione.

Ricavi Champions League 2019 2020

La Juventus potrà incassare quindi circa 58,5 milioni di euro minimi dalla Champions, il Napoli 39,4, l’Atalanta 24,8 e l’Inter 35,5. Il tutto senza considerare i ricavi in base alle prestazioni per quanto riguarda i premi Uefa e la seconda parte del market pool, oltre ai ricavi da botteghino per le almeno tre gare casalinghe da disputare nella fase a gironi, che potranno far salire ulteriormente gli incassi.

SEGUI LA COPA AMERICA E I PLAYOFF DI SERIE B SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here