(Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Ci sarebbe parecchia irritazione attorno a Diego e Andrea Della Valle. I proprietari della Fiorentina sarebbero rimasti infastiditi dall’approccio di Rocco Commisso alla trattativa per l’acquisto del club viola. Secondo quanto riporta “La Gazzetta dello Sport”, Commisso avrebbe violato la clausola di riservatezza – presente nel contratto preliminare – che imponeva il silenzio su questa operazione fino a ieri mattina alle 7.

Invece, tra dichiarazioni sul calcio italiano e l’evidente presenza di suoi collaboratori al Franchi per Fiorentina-Genoa, Commisso non è sicuramente passato inosservato, e ora la trattativa – che sembrava vicina alla chiusura – si potrebbe riaprire. Per il momento – aggiunge ancora la “Gazzetta” – l’affare sarebbe stato rinviato. Non è dato però sapersi se questo dipenda da offerte dell’ultimo minuto (si è parlato del magnate argentino Eurnekian e di due fondi internazionali, del Kuwait e del Qatar).

Quel che è certo, però, è che Commisso non ha intenzione di tirarsi indietro. Nel frattempo, la società ha comunicato ieri di aver fissato un CdA per venerdì 31 maggio. I Della Valle saranno presenti in collegamento telefonico e verrà fatto il punto sulla trattativa con Commisso e con altri interessati al club. La volontà dell’attuale proprietà resta quella di vendere.

Ieri è arrivata anche una brutta notizia per quanto concerne il progetto nuovo stadio e cittadella. Il Tar della Toscana chiamato a giudicare il progetto del nuovo scalo aereoportuale di Peretola, uno dei tasselli decisivi per la costruzione del nuovo stadio, ha bocciato la valutazione della nuova pista. Uno stop che avrà inevitabili riflessi sui tempi di realizzazione del nuovo stadio, sempre che il progetto venga portato avanti.

SEGUI LE PARTITE DELLA SERIE A SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE