La Juventus festeggia la vittoria dello scudetto 2018/19 (photo One Nine / Insidefoto)

Proseguono gli acquisti sul titolo Juventus che mette a segno un balzo del 6% a 1,45 euro per azione. Il mercato, secondo Radiocor, scommette sulle manovre intorno alla panchina, ma al momento la società si è ben guardata dal svelare le sue intenzioni.

Secondo le ultime indiscrezioni, tra i nomi che circolano quello di Maurizio Sarri, l’ex allenatore del Napoli in forza alla squadra londinese del Chelsea. A favorire questa ipotesi, secondo la stampa specializzata, c’è anche il fatto che Roman Abramovich, presidente del Chelsea, sarebbe molto tentato dal cambiamento di allenatore e dalla prospettiva di prendere Frank Lampard alla guida della squadra. L’altro nome è quello di Simone Inzaghi che avrebbe già incontrato Fabio Paratici. Inzaghi, al momento, ha un contratto con la Lazio fino al 2020. Inoltre, tra i tanti nomi fatti ci sono anche quelli di Pochettino e Guardiola, seppur quest’ultimo abbia più volte smentito.

 

Dall’inizio dell’anno le azioni bianconere hanno registrato una corsa di circa il 24% mentre negli ultimi 12 mesi hanno guadagnato il 130% del loro valore. Il titolo bianconero è tornato a crescere dopo il crollo post eliminazione in Champions. A metà aprile, in seguito al ko con l’Ajax, era crollata dai massimi di 1,7060 a 1,1885 (il 24 aprile), da dove poi ha ripreso a salire.

Nel giro di poco meno di un mese il valore delle azioni è passato da 1,1885 a 1,4500 attuali, una crescita di valore del 22%.

SEGUI L’ULTIMA GIORNATA DI SERIE A SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS

2 COMMENTI

  1. la maggioranza del tifo juventino crede concretamente all’idea di Guardiola alla Juve.Questo perchè lo juventino medio non è consapevole in che condizioni finanziarie versa la Juventus rispetto le big d’Europa, perchè è disinformato da una informazione di regime che non ha paragoni in Europa.
    La Juventus oggi ha più di 300milioni di indebitamento,ha un bond da 175 milioni da rimborsare, ha uno stadio ridicolo per le esigenze di un top club europeo e lo sarà ancor di più nei confronti dei nuovi progetti di Real e Barça da 600 milioni ciascuno di investimento ,incassa dagli sponsor di maglia e tecnico meno delle concorrenti europee, incassa dai diritti tv la cifra più bassa,tra le top europee, ha la squadra più vecchia della intera Champions League tra i top club, ha acquistato in 10 anni solo 3 difensori Bonucci Ogbonna e Benatia,non ha da secoli esperti di calcio all’interno della dirigenza : Paratici ha buttato 1 miliardo di euro in acquisti di vecchi o mediocri a grandi livelli. Complimenti presidente Agnelli, una gestione a regola d’arte. A me la Juventus sembra come la Fiat, una società gestita per tirare a campare ogni giorno senza lungimiranza e accuratezza.

    • @Giovanni, non è corretto quello che dici. L’indebitamento finanziario ammonta ad oltre 380 milioni, ma il Bond da 175 milioni (come già spiegato) serve a ridurre questa esposizioni finanziaria e ad allungare i tempi di restituzione del debito contratto con tassi di interesse minori rispetto a quelli attuali. Quindi è certamente una buona notizia! Per quanto riguarda gli sponsor la Juventus, appena verrà rinnovato il contratto con Jeep (o nuovo sponsor) attuando l’incremento % di Adidas, porterà i ricavi da maglia (Jeep +Adidas) a 100 milioni circa esclusi i bonus, senza contare Cygames (circa 2-3 milioni) e eventuale sponsor di manica (quantificato in 5-10 milioni). Lo Stadio come detto per l’area Torinese e per i tifosi “poco affezionati” di Torino sono più che sufficienti ! Per il momento lo stadio genera circa 70-75 milioni di euro all’anno, lontani dai 130-135 di Real e Barcellona. Io sono d’accorto con te che forse sarebbe meglio avere uno stadio da 65 mila posti (Avveniristico), non sempre pieno, ma che per quelle 7-8 partite all’anno, nelle partite di cartello, possa generare incassi vertiginosi oltre i 6 milioni per partita. (La Juventus incasserebbe circa 100 milioni all’anno) con un tasso di riempimento del 75% in linea con Real e Barcellona.
      Per quanto riguarda i difensori centrali in 9-10 anni sono stati acquistati : Bonucci, Barzagli, Ogbonna, Caceres, Rugani, Benatia, Rinaudo, Sorensen, Lucio, Goldaniga, Caldara, Howedes, Magnani.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here