Pep Guardiola ( (Photo by Daniel Chesterton/PHC/Insidefoto)
Pep Guardiola ( (Photo by Daniel Chesterton/PHC/Insidefoto)

Il Manchester City, neo campione d’ Inghilterra, rischierebbe un anno di esclusione dalle Coppe, secondo quanto riferisce il New York Times.

Secondo il quotidiano USA, il club inglese avrebbe aggirato le regole del Fair Play Finanziario dell’Uefa attraverso un sistema di scatole cinesi con società nei paradisi finanziari come le Cayman, una questione che era stata sollevata da Football Leaks e che riguarda eventi del 2014.

Il ManCity quell’anno avrebbe aggirato le norme «gonfiando» le entrate dei contratti di sponsorizzazione.

Tra questi – come evidenzia la Gazzetta dello Sport – quasi 68 milioni di sterline sarebbero stati versati al club direttamente dai proprietari, ma dichiarati come sponsor: per camuffare il rosso, venne inserita a bilancio la generosa cifra erogata dalla Etihad Airlines, che però secondo i file di Football Leaks vennero pagati in maggior parte dall’Abu Dhabi United Group, società che fa capo dello sceicco Mansour, proprietario del club.

Il City aveva accettato di pagare una multa di 49 milioni di sterline, una sessantina di milioni di euro, cifra poi in seguito ridotta grazie alla «buona condotta».

Già questa settimana gli investigatori potrebbero depositare la richiesta di esclusione dalle Coppe alla camera giudicante della Uefa: il rischio ora è quello che la squadra di Guardiola non possa partecipare alla prossima Champions League.

SEGUI IL GRANDE CALCIO SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

1 COMMENTO

  1. La proprieta’ di una squadra versa denaro proprio facendo finta che sono sponsorizzazioni. Reato gravissimo. In italia non potrebbe mai succedere una cosa simile.😁😁😁

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here