Gran Premio Formula Uno Monza
Il calore dei tifosi della Ferrari a Monza (Foto Imago/Insidefoto)

Ogni appassionato di motori è inevitabilmente legato alla pista di Monza, dove si corre per tradizione ogni anno nel mese di settembre, e considera la tre giorni che porta alla gara un momento per stringersi attorno alla Ferrari e di festeggiare con loro risultati importanti. Negli ultimi tempi, però, la presenza del Gran Premio d’Italia è apparsa in dubbio e questo ha spinto addetti ai lavori e istituzioni a fare il possibile per mantenerlo in calendario.

Almeno per qualche anno il pericolo sembra scongiurato: Liberty Media, la società che gestisce il Circus, e l’Automobile Club d’Italia, hanno infatti raggiunto un accordo valido fino al 2024.

L’attuale accordo triennale scade quest’anno e prevede per il Gp di settembre il pagamento di 24 milioni di dollari. Il presidente di Aci aveva però sempre sostenuto di non essere più disposto a pagare questa cifra, tutt’altro che irrilevante.

L’intesa raggiunta nelle ultime ore è però la dimostrazione di come tutte le parti in causa siano riuscite a raggiungere un’intesa. Ad esultare non possono che essere anche gli operatori commerciali presenti nelle vicinanze: la gara, infatti, è in grado di generare un indotto importante sul piano economico.

Il Consiglio generale dell’Aci – come informa una nota ufficiale emessa in giornata – “ha dato quindi mandato al presidente Angelo Sticchi Damiani di proseguire la negoziazione con Formula 1 (la proprietà è di Liberty Media) su tutti gli aspetti tecnici e commerciali relativi alla partnership, in modo da giungere, in tempi brevi, alla firma del contratto e rendere pienamente operativa la collaborazione.

Questo consentirà così di celebrare una ricorrenza importante: nel 2022 ricorre infatti il 100esimo anniversario dell'autodromo brianzolo.

 

SEGUI LE PARTITE DELLA SERIE A SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here