Proprietà di una società inglese, guidato da un nuovo ceo statunitense ma con i vertici indonesiani: il nuovo Como è decisamente straniero, con la voglia di far riemergere il club dai dilettanti.

L’annuncio della cessione della società lariana è arrivato ieri: la cessione è avvenuta nelle mani della SENT Entertainment, azienda inglese attiva nel campo dello sport e intrattenimento ma controllata da una delle famiglie più ricche d’Indonesia.

Nei documenti contenuti nel registro delle imprese britannico, infatti, la SENT ha sede ufficialmente a Londra, nei mesi scorsi ha effettuato un aumento di capitale da 8 milioni di sterline e ha come “persona con un significativo controllo” l’imprenditore indonesiano Robert Budi Hartono. Un nome che in Italia dirà poco ma, insieme al fratello Michael, guida la classifica dei più ricchi d’Indonesia stilata da Forbes da oltre 10 anni, con un patrimonio stimato in 35 miliardi di dollari circa. 

 

La SENT ha confermato di voler “riportare stabilità economica e nuove risorse nel Club, superando i diversi momenti di difficoltà che avevano colpito la società dal 2004”. Per questo si è affidata a Michael Gandler, altro collegamento con l’Indonesia: lo statuitenese Managing Director di SENT e nuovo CEO del Como è stato infatti responsabile marketing e dei ricavi dell’Inter, voluto in società dall’ex patron nerazzurro Erick Thohir, anche lui indonesiano.

inter partnership volvo sponsor
Michael Gandler, a sinistra, ai tempi dell’Inter

Così come Mirwan Suwarso, regista in produzioni cinematografiche (coinvolto in video anche dedicati all’Inter) e anche regista dell’operazione per il club lariano tanto che, secondo alcuni, dovrebbe diventare addirittura il nuovo presidente.

La nuova proprietà sembra avere idee chiare. “Lavorando a stretto contatto con il Comune di Como, i partner locali e altri stakeholder chiave, sarà avviato un percorso strategico finalizzato a sviluppare una solida struttura aziendale e garantire al Como 1907 una sostenibilità finanziaria e investimenti mirati: nuove infrastrutture sportive, attenzione al Settore Giovanile, lo stadio e, naturalmente, la Prima Squadra”, si legge nel comunicato.

“SENT e il Como 1907 sono un binomio perfetto – ha aggiunto lo stesso Gandler -. Il Como ha un passato, una tradizione, una presenza sul territorio con un valore unico. Lo spettacolo, il tifo e il seguito che il Como porta con sé tutte le volte che scende in campo rappresentano, per noi che lavoriamo con l’intrattenimento, qualcosa di davvero speciale”. 

Sfruttando possibilmente anche l’immagine di Como come città: “È famosa in tutto il mondo ed è di una bellezza impareggiabile. Il nostro obiettivo è quello di associare il Como 1907 alla città e fare in modo che anche il Club di calcio sia riconosciuto e rispettato a livello globale”, ha concluso il nuovo CEO. Mentre saluta l’ormai ex patron Massimo Nicastro: “Sono molto contento di affidare il Club a una proprietà entusiasta, preparata e appassionata – le sue parole -. Sono sicuro che saprà garantire alla Società un futuro radioso e che la loro esperienza servirà per riportare il Como 1907 ai precedenti livelli di eccellenza”.

SEGUI LE PARTITE DELLA SERIE A SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here