Milan Skriniar (Inter) e Krzysztof Piatek (Milan) a contrasto in un derby (Photo Andrea Staccioli / Insidefoto)

Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, è tornato a chiarire la sua posizione sulla vicenda dello stadio con un post sulle sue pagine social.

“È buffo come la comunicazione nei tempi moderni distorca così spesso la realtà”, ha scritto il sindaco milanese sul proprio account Facebook. “Sulla questione stadio ho detto più volte, ai due club e agli organi di stampa, che a mio parere San Siro è la storia del calcio e che quindi considero la sua ristrutturazione la soluzione migliore”, le parole di Sala.

 

“Se poi Milan e Inter preferiranno proporre un nuovo impianto, come Comune di Milano avremo il dovere di sederci intorno a un tavolo e ascoltare le loro ragioni, oltre, ovviamente, far valere le nostre”.

“Non servono molte altre parole per spiegarsi, ciò riassume a pieno la mia posizione e, soprattutto, conferma quello che sto dicendo dal primo giorno del dibattito sullo stadio milanese”, ha concluso.

Ieri intanto a Milano è nato il ‘Comitato no demolizione San Siro’: a promuoverlo sono i consiglieri comunali del centrodestra (Forza Italia, Lega, Milano Popolare), con il presidente del Municipio 7, a guida Forza Italia, Marco Bestetti. Non si deve però pensare che si tratti di un’idea nata solo da chi vuole schierarsi contro l’amministrazione comunale. Tra le persone aderenti ci sono anche membri dell’opposizione.

“Raccoglieremo le prime mille firme per presentare ai garanti il quesito referendario e poi le successive 15 mila per indire il referendum” – ha detto Pietro Tatarella, consigliere comunale e vice coordinatore lombardo di Forza Italia -. Non è una battaglia dei partiti, ma è aperta alla società civile”.

SEGUI LE PARTITE DELLA SERIE A SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here